Il nuovo modo di leggere Napoli

Gianni Boncompagni e il mito di “Non è la Rai”

di / 0 Commenti / 146 Visite / 17 aprile, 2017

12spe01f5_mediagallery-article Il mondo della tv italiana piange la scomparsa di Gianni Boncompagnifoto_di_gruppo_mediagallery-articlemorto all’età di 84 anni, dopo aver fatto la storia della radio e della tv del nostro Paese, introducendo una tv d’intrattenimento che ha puntualmente incontrato i consensi degli spettatori.

01-01-00164529000003h_mgzoom

antonella-elia-ieri-e-oggi-638x425 Negli anni ’90, Boncompagni ideò un programma che divenne subito un  lucia-ocone-750x493cult e che ha creato un autentico modello imitato ed adorato da diverse generazioni cresciute con il mito di “Non è la Rai”: la tv fatta dalle teenager per le teenager che tanto piaceva anche alle mamme e alle nonne.

Ambra Angiolini and Alessia Merz at Non è la Rai

In onda dal 9 settembre 1991 al 30 giugno 1995 per quattro edizioni, Non è la Rai resta tutt’oggi uno dei programmi di maggiore successo della storia della tv italiana.

immagine-9-725x482

La trasmissione, fenomeno di costume degli anni novanta, andava in onda in diretta dallo studio 1 del Centro Safa Palatino di Roma in forma di varietà suddiviso tra balletti, giochi telefonici e canzoni, tutti eseguiti da un gruppo di ragazze adolescenti o poco più. La prima edizione del programma è stata condotta da Enrica Bonaccorti, la seconda da Paolo Bonolis e le ultime due da Ambra Angiolini, la “ragazza-prodigio” lanciata proprio da Boncompagni.

non-e-la-rai1

sabrina-impacciatore-ieri-e-oggi alessia-manciniPrima trasmissione di intrattenimento a frequenza quotidiana delle reti Fininvest ad impiegare la diretta, ha lanciato personaggi importanti del mondo del teatro, della musica, del cinema e della televisione ed è andato in onda su  Canale 5 nella sua prima edizione e per parte della seconda, per poi trovare il massimo successo su Italia 1, dove fu spostato nel gennaio del 1993.

non-e-la-rai_980x571

Un programma che riscosse molte critiche e altrettanto successo, testimoniato dall’assortito merchandising composto da dischi, diari, album di figurine, quaderni e altro.

1-m039

Milano - "Striscia la notizia" Nella foto: Miriana Trevisan e Laura Freddi - veline dal 1994 al 1995

xl010weAlcune delle protagoniste dello show hanno iniziato lì le loro carriere di attrici, cantanti, conduttrici televisive e attrici comiche, tra cui Laura tcf8oyr Freddi e Miriana Trevisan che furono le prime “veline” della Storia di “Striscia la notizia”, il tg satirico di Canale 5, Alessia Mancini, Alessia Merz, Antonella Elia, Romina Mondello, Yvonne Sciò, Antonella Mosetti, Veronika Logan, Nicole Grimaudo, Cristina Quaranta, Sabrina Impacciatore, Claudia Gerini, Lucia Ocone, Maria Monsè, e la stessa Ambra Angiolini.

taglioalta_001750-530x265

In forma di tributo alla memoria di Boncompagni, per l’intera giornata di oggi, 17 aprile, Mediaset Extra manderà in onda la “maratona di “Non è la Rai”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)