Il nuovo modo di leggere Napoli

Ludopatia a Napoli e provincia: focus sul gioco d’azzardo

di / 0 Commenti / 168 Visite / 7 giugno, 2017

gioco-dazzardo Prosegue senza sosta la lotta alla ludopatia a Napoli e paraggi, da tempo infatti esiste una rigidissima ordinanza comunale che regola non solo gli orari di apertura delle sale da gioco e dei punti dove sono installate le slot machine ma anche la distanza di questi posti dai luoghi di maggior interesse sociale e cittadino.

E se questo accade nella bella metropoli partenopea anche l’hinterland si adegua, la Asl Napoli 3 Sud-comune di Sant’Anastasia ha da poco inaugurato uno sportello contro il gioco d’azzardo.

Una delle tante iniziative che fanno capire l’importanza della sensibilizzazione intorno al fenomeno ludopatia.

Ma attenzione, la ludopatia non è una malattia vera e propria è una dipendenza che nasce esclusivamente per determinati motivi, i fattori principali sono quello socio-culturale e quello patologico, è in una realtà delicata come quella delle nostre periferie urbane la ludopatia può prendere piede, la compulsività, al pari delle dipendenze si radica in individui deboli e spesso privi di protezione sociale.

Lo sportello gioco d’azzardo di Sant’Anastasia come quello di altri luoghi lavora in collaborazione tra l’Asl (Sert, distretto, salute mentale, medici di base), i servizi sociali comunali, le agenzie educative (scuole), il terzo settore, la Caritas diocesana ed eventuali altre associazioni portatrici di interessi (ad esempio i gestori delle sale gioco).

Il servizio sarà ubicato presso il Centro sociale Liguori a Sant’Anastasia in via San Giuseppe è fondamentale per affrontare la situazione direttamente in loco.

Nel nostro territorio comunque si fa anche tanta prevenzione sopratutto a essere interessati all’operatività diretta sul territorio sono le scuole e le associazioni del terzo settore molto attenti all’educazione e alla prevenzione, tantissimi i progetti sono quelli orientati al gioco consapevole, un gioco differente e molto più sano rispetto all’azzardo. Possibile? Sì lo è se si usa la testa e l’intelligenza se si evitano coinvolgimenti emotivi e se anziché sperare in una vittoria si ragione in base alla logica matematica.

Nel nostro territorio, in ogni caso, al fenomeno della ludopatia spesso si affianca quello legato alla illegalità ed infatti sono sempre massimamente impegnato le forze dell’ordine ed in particolare la Polizia di Stato che costantemente con appostamenti ed altre attività investigative, specie a Napoli riesce a contrastare gli illeciti legati al gioco.

Illeciti troppo frequenti, controlli troppo forti stanno facendo sì che il gioco fisico lentamente venga abbandonato, non piace ai più dover avere il timore di giocare in una slot machine che possibilmente è truccata, non piace la possibilità di sale gioco illegali e sopratutto non sono troppo graditi gli orari restrittive ed allora tutti sul web.

Il gioco digitale piace parecchio tanto è vero che ci sono molte società come bet365 offre questo codice bonus in modo da conoscere al meglio le possibilità di approfondire e vivere esperienze di gioco virtuali.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)