Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Ospedale del Mare: raggiunto il centesimo intervento chirurgico in meno di un mese

by / 1 Comment / 4239 View / 28 luglio, 2017

untitledA meno di 30 giorni dall’inizio delle attività  chirurgiche (il primo intervento è stato eseguito il 3 luglio) l’Ospedale del Mare «fa 100» e da’ il via alla chirurgia robotica per la prima volta dall’istituzione dell’Asl Napoli 1.

Stamane l’equipe del professor Gennaro Rispoli, con l’assistenza anestesiologica dei dottori P. Zannetti e M. d’Agostino, ha effettuato un intervento alle vie biliari di un paziente di ventidue anni utilizzando la tecnologia del Robot da Vinci. L’operazione è stata svolta infatti con l’ausilio dell’apparecchiatura robotica in dotazione al nosocomio di Ponticelli e con il tutoraggio del direttore della Robotic Academy Intuitive Naples (il professor Guido De Sena) in forza all’A.O.R.N. Cardarelli.

Facile comprendere come questo intervento (il centesimo, come detto) rappresenti una tappa significativa nel percorso di start up dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. Uno dei simboli della rinascita della sanità  campana. Il risultato è stato possibile grazie al lavoro di squadra di tante figure professionali: dagli infermieri ai tecnici, sino alla direzione sanitaria e amministrativa sia del presidio che della stessa Asl Napoli 1 Centro. Il clima di entusiasmo, curiosità  scientifica e impegno professionale è stato sottolineato dalla presenza del direttore generale Mario Forlenza e dai complimenti del Commissario ad Acta per l’attivazione dell’ospedale Ciro Verdoliva.

Un Commento

  1. Il personale è eccezzionale, motivato e soprattutto con esperienze maturate fuori regione dove le cose veramente funzionano. Ti servono la colazione dopo aver fatto le analisi del sangue ma poi non ci sono cestini per buttare rifiuti, se ti scappa di andare in bagno non c’è carta igienica e dopo averti lavato le mani mancano le tovagliette.
    Il software delle accettazioni si incarta spesso e volentieri.
    Non c’è un parcheggio per le auto ne tanto meno è stata prevista una piazzola per l’atterraggio dell’elisoccorso, strano per un ospedale di nuova concezione, con spazi enormi.
    Ripeto staff sanitario eccezionale, mancano le rifiniture di contorno

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)