Il nuovo modo di leggere Napoli

La top ten dei ristoranti più “pazzi” d’Italia

di / 0 Commenti / 551 Visite / 25 marzo, 2018

cencio-la-parolaccia-io-non-posso-entrareLa ristorazione ricopre da sempre un ruolo cruciale nella cultura nostrana, tant’è vero che con il passare degli anni l’offerta e le proposte tendono ad accrescere in maniera costante ed esponenziale, registrando la forte introduzione di locali che ci hanno permesso di adottare altre culture. Da quella araba alla cinese, senza tralasciare quella spagnola e la giapponese, giusto per citarne alcune delle cucine entrate a tutti gli effetti a far parte delle nostre abitudini gastronomiche.

Esaurite, ormai, le innovazioni sul fronte “food”, in molti puntano sulla ricerca di locali esclusivi dove l’aspetto caratteristico è rappresentato dall’originalità e dalla stravaganza della location.

Da nord a sud, sono tantissimi i ristoranti italiani che si distinguono per particolari caratteristiche o per qualche insolito servizio offerto.
Ecco una selezione dei 10 locali più pazzi d’Italia.

Trattoria da Nennella – Un ritrovo storico dei Quartieri Spagnoli di Napoli, sin dal 1949. I piatti della trazione gastronomica napoletana vengono servite in maniera “insolita”: i camerieri fanno battute spinte e scherzano con i clienti e può accadere che la frutta sia servita in un gabinetto!

La Parolaccia – Un locale storico non solo romano ma italiano. Sin dal 1941 questo ristorante si distingue per gli spettacoli e la colonna sonora che accompagnano la cena, composti da folklore romano e da canzonette a base di temi spesso volgari e conditi con un linguaggio quantomeno colorito.

Ristorante Ciabot – Soprannominato il ristorante più pazzo d’Italia, il Ciabot di Rivanazzano accoglie i propri clienti con una spruzzata di aperitivo direttamente dal macchinario per spargere il diserbante. Il coperto è composto da pezze e stracci, l’antipasto, invece, viene servito su una tegola. I camerieri trasportano il risotto all’interno di una carriola, sbattendo la pietanza nel piatto con una cazzuola, come se fosse cemento appena mescolato. Il budino viene servito in un vaso da notte, invece, gli stuzzicadenti vengono confezionati in tempo reale dai boscaioli direttamente da ceppi di legno.

Ristorante Solo per Due – Situato a Rieti si tratta, per l’appunto, di un ristorante con un solo tavolo di due posti a sedere. Una cena unica, nel senso più autentico del termine, e che assicura un’esperienza esclusiva e suggestiva. Il posto è elegante e di classe, la cucina è raffinata e gli ingredienti sono di primissima scelta. La location perfetta per le occasioni speciali.

La Casa del Demone – Il tratto peculiare di questo ristorante torinese è l’atmosfera horror. I clienti possono gustare specialità di carne argentina poggiandosi su tavoli a forma di bara. Teschi e fantasmi ed ogni genere di decorazione spaventosa fanno da cornice alla sala.

Cene Galeotte – Da oltre dieci anni si ripete questa iniziativa unica, che si svolge presso la Casa di Reclusione di Volterra. Chef prestigiosi sono pronti a collaborare con i detenuti per deliziare i clienti di questo più che esclusivo ristorante. Le Carceri, invece, è un ristorante fiorentino ricavato al posto del primo carcere di massima sicurezza italiano, nel complesso Le Murate. L’atmosfera ricreata è proprio quella di una prigione. La cucina è curata, ma non pretenziosa, con piatti di terra e di mare sfiziosi. C’è anche la pizza cotta nel forno a legna e ai vari gusti sono stati dati i nomi di carceri famose.

Bar Turrisi – Sul cucuzzolo di una montagna, a Taormina, sorge un caratteristico paesino, Castelmola, famoso non solo per il panorama, ma anche per la presenza di un bar dal tema alquanto stravagante e leggermente osè, dove tutto ha una forma fallica e le statue “dotate” non si contano. Un posto folkloristico e decisamente inconsueto!

ATMosfera – L’azienda di trasporti cittadina mette a disposizione due tram restaurati che costituiscono un ristorante itinerante in stile retrò. A bordo di queste caratteristiche carrozze è possibile viaggiare per Milano e gustare menu a base di carne, pesce o vegetariani. Si tratta di un modo per conoscere non solo le specialità dei territori milanesi, ma anche la storia e gli angoli più suggestivi della città.

Ristorante Grotta Palazzese – Un ristorante esclusivo sito a Polignano a Mare, in Puglia. È ricavato in una grotta naturale ed è uno dei ristoranti più esclusivi al mondo. Costruito all’interno della più conosciuta ed estesa grotta naturale delle 80 presenti lungo la costa rocciosa di Polignano. L’accesso al ristorante è garantito solo da una stretta scala ricavata direttamente nella roccia.

Osteria Senz’Oste – Antico casolare, rinomato e caratteristico, immerso nella campagna trevigiana. Non troverete nessuno ad accogliervi, ma solo formaggi, salumi e dell’ottimo vino. Servitevi pure: l’aspetto caratteristico del locale è proprio questo. Ci si serve da soli e prima di andare via, invece di pagare il conto, si lascia un’offerta.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)