Il nuovo modo di leggere Napoli

Consigli, rimedi e soluzioni efficaci per combattere la cellulite

di / 0 Commenti / 648 Visite / 2 maggio, 2018

cellulite2-696x348Alterazioni ormonali e vascolari, spesso aggravate da vita sedentaria, da stress, da malattie epatiche, alimentazione non corretta o bilanciata, irregolarità della funzione intestinale e ritenzione idrica marcata, variamente combinate tra loro, sono le cause che interferiscono negativamente sul tessuto adiposo ed in particolare sul microcircolo, portando all’insorgenza della cellulite, uno degli inestetismi cutanei più odiati e temuti dalle donne.

Ne è consapevole Giovanna, la proprietaria di “Poseidon Beauty Spa“, donna ed imprenditrice che da decenni continua a formarsi ed aggiornarsi per acquisire le soluzioni e i rimedi più efficaci per combattere la cellulite e tutti gli altri inestetismi. Numerose le tecniche e i macchinari all’avanguardia in dotazione del centro estetico e benessere di via Diaz a Portici che rappresentano senza dubbio una delle proposte più vantaggiose ed efficaci in termini di rapporto qualità-prezzo.

Promozioni, sconti e vantaggi per le clienti che si affidano alla competenza di Giovanna per migliorare il proprio corpo sono all’ordine del giorno, per rendere la bellezza e la cura della persona un obiettivo possibile e alla portata di tutti.

Oltre al ToneUp, alla Lpg ed Ego, l’ultimo macchinario innovativo entrato nella già ampia schiera di proposte del mio centro – spiega Giovanna – sono molte altre le soluzioni sulle quali le clienti che si affidano alle nostre cure possono puntare per ridurre la cellulite e gli altri inestetismi cutanei.

La pressoterapia è una delle pratiche più diffuse per combattere gli inestetismi della cellulite, ridurre la ritenzione idrica da linfedema, ridefinire alcune parti del corpo, solitamente le gambe, incentivare l’eliminazione delle sostanze tossiche dal corpo, favorire lo snellimento di alcuni parti del corpo.

La pressoterapia prevede l’applicazione di una pressione a livello della zona da trattare. Ad esercitare tale pressione sono delle specie di cuscini, che emettono getti d’aria, con i quali si copre il paziente. In questo modo si va a praticare una pressione esterna sulla zona da trattare, attraverso uno strumento progettato appositamente per tale scopo.
In genere, le aree anatomiche oggetto della maggior parte dei trattamenti di pressoterapia sono gli arti inferiori e gli arti superiori.
Tuttavia, esiste la possibilità di agire anche a livello addominale, sulla schiena e sul basso ventre.

I trattamenti di pressoterapia riservati alle gambe sono, in assoluto, quelli più praticati.
Una classica seduta di pressoterapia dura dai 30 ai 50 minuti.
Durante le sedute di pressoterapia, i pazienti avvertono una sensazione simile a quella di un massaggio.
A provocare tale sensazione sono i getti d’aria e la derivante pressione sull’area interessata.
Otto è il numero minimo di sedute, affinché la pressoterapia risulti efficace.
In genere, il consiglio di medici ed esperti è suddividere le varie sedute previste in 2-3 appuntamenti a settimana.

Per mantenere più a lungo gli effetti della pressoterapia è consigliabile adottare uno stile di vita che prevenga la ritenzione idrica, evitare alcolici, non fumare, ridurre il sale nella dieta.

I benefici della pressoterapia sono numerosi: migliora la circolazione sanguigna e quella linfatica, riduce il gonfiore e l’edema, riduce gli stati infiammatori di natura non-infettiva, migliora l’ossigenazione cutanea, migliora il tono e l’integrità della pelle, riduce con buoni risultati la cellulite e ridefinisce la forma delle gambe, riduce con buoni risultati il linfedema post-operatorio, allevia il dolore indotto da alcuni traumi sportivi, riduce l’edema post-traumatico, favorisce l’eliminazione, dal corpo, delle tossine e dei prodotti di scarto, riduce lo stress e favorisce il rilassamento.
Grazie ai continui progressi della tecnologia medica, la pressoterapia sta diventando un trattamento sempre più efficace e consigliato.

Invece, la Cavitazione Ultrasonica, detta anche cavitazione estetica, è una metodica che permette di ridurre lo spessore delle aree di accumulo di grasso tramite ultrasuoni a bassa frequenza (40–200 KHz) che agiscono selettivamente sul tessuto adiposo.

Nell’ambito della medicina estetica, gli ultrasuoni provocano la formazione all’interno degli adipociti di microbolle, che esplodendo causano la distruzione delle cellule adipose circostanti, fenomeno fisico detto cavitazione estetica.

Gli Ultrasuoni Trans-Dermici hanno fondamentalmente un’azione lipolitica, ma migliorano notevolmente anche la circolazione sanguigna e linfatica, nonché il tono e l’elasticità del tessuto cutaneo, con riduzioni del fenomeno della pelle a “buccia d’arancia”.

I fasci ultrasonici sono molto selettivi e non ledono altri tessuti come il connettivo, i nervi e i vasi sanguigni. 

Il trasduttore (un manipolo rotondo che converte energia elettrica in energia ad ultrasuoni) viene passato più volte sull’area interessata, a diretto contatto con la pelle.

Il tempo di ogni seduta, compresa la preparazione, varia da un’ora e mezza a 4 ore a seconda dell’ampiezza, delle caratteristiche e del numero di aree da trattare. 

Il numero di sedute cambia in base al risultato ottenuto e alla soddisfazione del paziente. A volte sono necessari 3 o 4 trattamenti sulla stessa zona.

Le parti più trattate sono quelle con adiposità addominali localizzate, nei glutei, sottoglutei, cosce e fianchi. Il grasso sull’addome, in genere, risponde meglio al trattamento rispetto a quello delle cosce, dove la presenza di cellulite può rendere la zona più difficile da trattare. 

La radiofrequenza estetica, infine, è una tecnica non invasiva che sfrutta l’effetto generato da appositi apparecchi medicali, per determinare un rimodellamento dei tessuti, con un’azione particolarmente efficace nel contrastare il rilassamento cutaneo sia del viso, sia del corpo. Non prevede uso di aghi, anestesie, di bisturi o di farmaci da iniettare, ma viene eseguita attraverso un particolare manipolo a emissione bipolare e una crema conduttrice.

Le sedute, assolutamente non dolorose, durano mediamente dai 30 ai 60 minuti, durante i quali si ha una percezione di calore intenso laddove i tessuti sono più ricchi di edemi e cellulite.

In pratica la radiofrequenza estetica funziona attraverso l’emissione di onde radio dal derma sino all’ipoderma. Questo shock termico stimola la sintesi di nuovo collagene, la proteina più abbondante e importante del corpo umano perché svolge un ruolo fondamentale nel supporto e nella struttura dei tessuti connettivi e degli organi, e attiva una risposta rigenerativa

Il trattamento con la radiofrequenza è indicato soprattutto per: attenuare le rughe; ripristinare il tono cutaneo; rimodellare le adiposità localizzate; ridurre la cellulite; stimolare il circolo linfatico; eliminare il gonfiore da stasi.

I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute e i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. I principali effetti della radiofrequenza sono: effetto lifting, che si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; drenaggio, dovuto all’effetto di vascolarizzazione ottenuto a livelli sostenuti di radiofrequenza; tonificazione dei tessuti; migliore ossigenazione.

Vi ricordo che è sempre opportuno affidarsi a personale competente e qualificato, in grado di individuare il trattamento più efficace al quale sottoporvi per intervenire correttamente sui vostri inestetismi e problemi specifici, in modo da assicurarvi il miglior risultato possibile.”

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)