Il nuovo modo di leggere Napoli

Mercoledì 18 luglio, la biblioteca “Annalisa Durante” ospita la prima tappa la prima tappa del percorso di inclusione giovanile “Diventa protagonista del cambiamento”

di / 0 Commenti / 38 Visite / 17 luglio, 2018

biblioteca-annalisa-duranteMercoledì 18 luglio, alle 17, presso la “Biblioteca a porte aperte Annalisa Durante“, in via Vicaria Vecchia 23, si terrà la prima tappa del percorso di inclusione giovanile “Diventa protagonista del cambiamento“, promosso dall’Associazione Annalisa Durante in favore dei giovani di età compresa tra 18 e 30 anni, con il sostegno dell’ANG – Agenzia Nazionale per i Giovani ed il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e dell’Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli.

L’iniziativa costituisce l’evento di lancio del progetto intitolato “Vieni con me! – Ad bene agendum nati sumus” (“siamo nati per fare il bene”), il cui motto latino è riportato sull’antico stemma del Sedile di Forcella, da troppo tempo dimenticato e dal quale l’Associazione Annalisa Durante intende ripartire, puntando sui giovani e sul grande patrimonio storico e culturale che caratterizza questo territorio.

«Da anni, insieme all’Associazione Annalisa Durante e alle altre associazioni che operano nello Spazio Comunale Piazza Forcella, quest’Assessorato è impegnato nel recupero socio-culturale del rione e in un processo di integrazione dello stesso con il resto della città – ha dichiarato Nino Danieleassessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli – come dimostrano i progetti realizzati “Percorsi d’Arte” e “Forcella Transit”, l’operatività della Biblioteca intitolata ad Annalisa e i laboratori teatrali e rivolte a donne, immigrati e minori, dai quali è sorta anche la prima “Baby song” del quartiere».

«È una grande sfida – ha sottolineato Alessandra Clementeassessore ai Giovani e alle politiche giovanili del Comune di Napoli – quella lanciata dall’Associazione Annalisa Durante di provare a far diventare la Biblioteca sorta in memoria di Annalisa una “Biblioteca di inclusione giovanile”, nella quale i giovani possano incontrarsi per conoscersi, effettuare scambi di esperienze, approfondire temi culturali e sociali, realizzare attività laboratoriali e di cittadinanza attiva, che consentano loro di mettersi in gioco, di confrontarsi con gli altri e di costruire al meglio il proprio futuro. È una sfida – ha precisato la Clemente – che non può non trovare sensibile anche quest’Assessorato, che ha appena concluso il “Giugno dei giovani”, promuovendo iniziative nella città di Napoli tese alla valorizzazione dei talenti dei giovani partenopei».

L’iniziativa che prenderà il via il 18 luglio sarà realizzata con i fondi messi a disposizione dal bando “Cosa vuoi fare da giovane? Il futuro parte adesso” dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, istituzione governativa che si occupa della gestione in Italia del capitolo Gioventù del Programma Europeo Erasmus+. Per aderire al progetto i giovani di età compresa tra 18 e 30 anni dovranno inviare una richiesta via whatsapp al numero 339/1533960. La partecipazione è gratuita e potranno essere rimborsate ai partecipanti le spese sostenute per l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico.

«Sono desideroso di valutare i risultati che emergeranno da questo percorso – ha dichiarato Giuseppe Pernapresidente dell’Associazione Annalisa Durante– essendo la prima volta che ci rivolgiamo direttamente ed esclusivamente al mondo giovanile. Abbiamo chiesto la collaborazione di istituzioni, parrocchie, associazioni e cittadini, molti dei quali ci stanno sostenendo nella promozione dell’iniziativa. Tocca ora ai giovani rispondere all’appello per cercare di contribuire tutti a quel bene di cui parla l’antico motto di Forcella, che mi auguro possa essere adottato dai giovani di tutta Napoli e provincia, e non solo da quelli residenti nella ZONA NTL di Forcella, Maddalena e Capuana (dove “NTL” sta per “Napoli, Turismo & Legalità / Non a Traffico Limitato”, nella quale transitare liberamente alla scoperta dei tanti luoghi della carità e della giustizia che caratterizzano la storia di questo territorio)».

Il progetto terminerà alla fine di ottobre e consentirà a ciascun partecipante di ricoprire il ruolo di produttore, sceneggiatore, regista ed attore della propria opera prima, intitolata appunto: “IL MIO FUTURO PARTE ADESSO”. Al termine dello stesso sarà organizzato un evento divulgativo dei risultati e saranno valutate le possibili modalità di prosecuzione, alla presenza delle istituzioni nazionali, regionali e locali. Ai giovani che avranno partecipato al percorso sarà rilasciato un attestato valevole per il proprio curriculum vitae.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)