Il nuovo modo di leggere Napoli

VIDEO-Ponticelli: Jeep sfonda il guard reil e precipita in via De Meis

di / 0 Commenti / 1099 Visite / 3 novembre, 2018

45278492_944434925751925_5213778525667983360_nUn weekend segnato da uno spaventoso incidente a Napoli est: intorno alle 22.30 di venerdì 2 novembre a Ponticelli, una Jeep Cherokee che stava percorrendo via Luca Pacioli, all’altezza del cavalcavia che si trova la di sopra di via Angelo Camillo De Meis, ha sfondato il guard rail, precipitando proprio sulla strada sottostante.

Una scena da film, quella alla quale hanno assistito i clienti della vicina pizzeria che hanno assistito letteralmente al volo dell’auto e che per una fortuita fatalità non è sfociata in  tragedia. A pochi metri dal punto in cui l’auto si è schiantata, dopo aver sfondato la barriera di metallo, infatti, vi è una fermata dell’Anm, generalmente molto affollata.

La dinamica dell’incidente è stata prontamente ricostruita dagli agenti della polizia locale del reparto Infortunistica stradale diretto dal capitano Antonio Muriano, ex capitano della polizia municipale di Ponticelli-Barra-San Giovanni.
Intorno alle ore 22,3o, un 36enne napoletano stava percorrendo viale Pacioli alla guida della propria Jeep Cherokee, quando, all’altezza del ponte, ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per cause ancora da accertare. L’impatto con le barriere è stato talmente violento che l’auto è precipitata sulla sottostante via De Meis. In quel momento non era in transito nessun altro veicolo, motivo per il quale non si sono registrati altri feriti o coinvolti. Lo stesso guidatore della vettura può definirsi un miracolato per essere sopravvissuto allo schianto. Il 36enne, infatti, a parte qualche lieve escoriazione non ha riportato altre conseguenze fisiche.

In seguito ai primi accertamenti, gli agenti municipali hanno riscontrato la mancanza di assicurazione del veicolo e, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, hanno identificato come causa dell’incidente il pavimento stradale reso viscoso dalla pioggia, condizione che avrebbe favorito la perdita del controllo del conducente.

L’incidente matura a 48 ore di distanza da un altro episodio, avvenuto a pochi metri di distanza, per giunta, lo scorso 31 ottobre e che ha portato alla morte di un ragazzo di 22 anni.

Un episodio che da rilancia il tema della sicurezza stradale lungo le strade di una periferia rese poco sicure da una serie di concause.  La V Municipalità ha commentato in serata l’accaduto pubblicando un post polemico sui social, nel quale afferma di “segnalare da tempo la pericolosità di questa strada (primaria) e la necessità di una messa in sicurezza con rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale ed adeguamento delle barriere laterali.”

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)