Il nuovo modo di leggere Napoli
video

VIDEO-Il Napoli Calcio a 5 scende in campo contro la violenza sulle donne

by / 0 Comments / 16 View / 26 novembre, 2018

dsc_2788Sabato 24 novembre, alla vigilia della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, al PalaCaravita di Cercola, è andata in scena una partita carica di significato sociale. Protagonisti gli azzurri del Lollo Caffè Napoli che insieme all’associazione La Forza Delle Donne sono scesi in campo per rimarcare con un gesto concreto ed altamente simbolico il pieno e vivo supporto alla causa. La squadra partenopea è scesa in campo con un segno rosso sul viso per ricordare le vittime di femminicidio e per portare avanti la loro battaglia contro ogni tipo di violenza fisica e psicologica. Una campagna mondiale, un gesto diventato immediatamente virale, al quale hanno aderito molti personaggi illustri dello sport e dello spettacolo, a riprova di quanto sia sentito il tema e ancor più di quanta strada ci sia ancora da percorrere per tamponare una delle piaghe sociali più sanguinose dei nostri tempi.

Non solo buoni propositi e gesti simbolici, ma anche la volontà di sposare mission in grado di contrastare concretamente tutte le forme di violenza: questo è quanto rimarcato dalla società di Ciro Veneruso che lo scorso sabato ha invitato l’ingegnere napoletano Oliver Tahir a presenziare alla gara interna contro il Real Rieti. L’ingegnere nato a Napoli da genitori somali è una delle figure-simbolo più carismatiche del momento in termini di lotta contro la violenza di genere e non solo per il colore della pelle.

Oliver Tahir è l’inventore di ‘Safe’, un dispositivo di sicurezza innovativo che a breve verrà lanciato sul mercato e che si presenta come un’autorevole ed efficace arma volta non solo a contrastare, ma anche a sventare episodi che quotidianamente narrano di aggressioni, violenze, omicidi, stalking.

Lo spray al peperoncino 2.0, comprensivo di una videocamera ad alta risoluzione, monitorato da una centrale operativa h24 , acquistabile in farmacia, preannuncia un’autentica rivoluzione nel consueto modo di concepire e relazionarsi con il concetto di sicurezza e con gli esigui mezzi attualmente a disposizione delle cosiddette fasce deboli.

“Dedicare un solo giorno ad un tema importante come la violenza sulle donne penso che sia un po’ riduttivo. – ha dichiarato l’ingegnere Tahir alla fine della partita – L’unione tra lo sport, in quanto aggregatore centrale e una mission delicata come questa è davvero importante.”

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)