Il nuovo modo di leggere Napoli

Racconti di Pizza: ad Avellino viaggio in versi con lo chef narrante Pompeo e il pizza chef Maglione

di / 0 Commenti / 74 Visite / 10 dicembre, 2018

giuseppe_maglione_1_2Che cosa c’è di più poetico di una buona pizza? Solo una pizza narrata da Emilio Pompeo, lo chef poeta che incontrerà la creatività del Pizza Chef Giuseppe Maglione. Una serata speciale, in programma giovedì 13 dicembre, alle ore 20, presso “Daniele Gourmet – Pizza & Cucina” ad Avellino, in viale Italia 233, dal titolo “Racconti di Pizza”: lo Chef Narrante Emilio Pompeo, in grado di unire l’arte della preparazione del cibo a quella della narrazione in prosa e versi, realizzerà a quattro mani, insieme al Pizza Chef Maglione, un menù narrato che vedrà protagonista naturalmente la pizza gourmet.

Racconti di pizza si aprirà con un benvenuto particolare: una caprese con mozzarella realizzata al momento dal mastro casaro Gaudiosi, polpettina di guanciale su cremosa di ceci e una tartare di Marchigiana. Sempre a quattro mani – e rigorosamente in versi – si entrerà nel clou della serata con la pizza Iole (pomodoro corbarino, olio evo, aglio italiano, vino bianco, origano, capperi, olive caiazzane, straccetti di carne), quindi una delle pizze più amate dai gourmand, la Violetta (patata viola, provola affumicata di Agerola Fior d’Agerola, speck di Sauris Wolf del Friuli Venezia Giulia, caciocavallo irpino dell’azienda agricola Mariconda, pomodorino del piennolo confit, olio Evo Dop). Il viaggio tra pizza e poesia continua con la presentazione delle ultime due creazioni di Giuseppe Maglione, la pizza Carmasciando dedicata ad una delle eccellenze dell’agroalimentare d’Irpinia (toma, blue di pecora, caciocavallo, pecorino, emozioni all’aglianico, fior di latte) e la pizza Lardiata (pomodorino corbarino in salsa, lardo irpino, pomodorino corbarino candito, briciole di pane croccante, cipolla grigliata, timo, rosmarino, basilico, prezzemolo).

La cena si concluderà con il dolce arrivederci del panettone artigianale di Dolciarte firmato da Carmen Vecchione.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)