Il nuovo modo di leggere Napoli

Dopo il “calcio parlato” a Napoli ritorna in campo il calcio giocato

di / 0 Commenti / 27 Visite / 8 settembre, 2014

untitled

Settimana a dir poco turbolenta, quella andata in scena alle pendici del Vesuvio.

Dopo la vittoria “salva-umore” maturata a Genova, condizione necessaria e parzialmente sufficiente per tamponare il malcontento dilagante tra i tifosi, per effetto dell’infimo connubio tra eliminazione dalla Champions e campagna acquisti alquanto deludente, su Napoli sono ben presto tornate a tuonare ancora polemiche.

L’input è stato dato dalla vacanza che Benitez si è concesso a Liverpool, dove vive la sua famiglia, approfittando della sosta per fare il pieno di affetto e coccole, proprio in vista dei cospicui impegni che lo terranno occupato, di qui a poco e che, pertanto, difficilmente permetteranno al tecnico spagnolo di tornare a casa.

Eppure: “È frattura fra Benitez e De Laurentiis, l’allenatore abbandona la squadra” è stato il tema incalzante e ricorrente degli ultimi giorni.

Le illazioni sui labili rapporti che intercorrono tra presidente e allenatore sono state riscaldate ed enfatizzate dai media, fino a portarle all’esasperazione.

Poi arriva la smentita ufficiale del Napoli: Come è stato riportato ieri, Rafa Benitez ha preso un paio di giorni di riposo dopo essere stato a Nyon in occasione della riunione tra gli allenatori dei top team in Europa e si è riunito con la sua famiglia a Liverpool. Totalmente normale anche insolito nel calcio italiano. Inoltre, la squadra riposerà 3 dei prossimi 5 giorni. Benitez tornerà a Napoli il prossimo Mercoledì per reindirizzare la formazione da Giovedì, quando tutti i giocatori internazionali ritorneranno, quattro giorni prima del match contro il Chievo. Leggere oggi in alcuni giornali che Benitez ha preso qualche giorno di vacanza è un segno che il rapporto con De Laurentiis “si è deteriorato” non è solo falso, ma ridicolo. Il rapporto tra l’allenatore e il presidente del Napoli è eccellente, come hanno spesso sottolineato e non poteva essere altrimenti.”

Una decisa secchiata d’acqua giunta celermente per spegnere qualsivoglia focolaio di polemiche ed evitare di seminare dissapori e malcontenti in una piazza già rovente come quella partenopea.

Intanto, il Napoli oggi è ritornato a lavoro a Castel Volturno.

Seduta mattutina, quindi, per gli azzurri che si allenano, sotto la guida di Fabio Pecchia, nella settimana della sosta in vista del match del debutto stagionale al San Paolo con il Chievo, in programma per il 14 settembre.

La squadra ha svolto lavoro tecnico a tema e sfide a pressione col pallone.

Successivamente esercitazioni su palle da fermo e tiri da fuori area.

Chiusura con partitella a campo ridotto 6 contro 6 vinta dalla squadra con la pettorina gialla composta da Colombo, Koulibaly, Radosevic, Insigne, Higuain ed il giovane Palmiero.

Insomma, mentre il “calcio parlato” si appresta ad accomodarsi in tribuna è giunto il momento che a scendere in campo sia il calcio giocato.

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)