Il nuovo modo di leggere Napoli

Expo Milano 2015: il Road Show sbarca a Napoli

di / 0 Commenti / 78 Visite / 21 novembre, 2014

EXPO1Dopo la prima tappa di Catania, arriverà a Napoli domani il Road Show per il Padiglione Italia di EXPO Milano 2015.

Promosso dal Gruppo ItaliaCamp, in vista dell’esposizione universale, il Road Show ha l’obiettivo di far emergere dai territori attraversati idee, progetti, startup e nuove imprese in linea con le principali tematiche di EXPO Milano.

I migliori progetti selezionati attraverso il Road Show avranno infatti l’opportunità di promuoversi da maggio a ottobre 2015 nel “vivaio delle idee” del Padiglione Italia EXPO Milano 2015, animato da ItaliaCamp alla presenza di aziende, investitori e stakeholder internazionali.

La tappa di Napoli, inserita all’interno della due giorni napoletana “Vivaio Sud”, si aprirà con un momento dedicato alle scuole.

Dalle 9.30 alle 13.00 Vivaio Scuole LANDesign ali-ment-azione, una collaborazione tra Padiglione Italia EXPO 2015 e Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale SUN e presentazione del Corto “Orto di San Lorenzo” SUN.

Nel pomeriggio, visita guidata alle Catacombe di San Gennaro e, alle 14.30, Vivaio Sud delle imprese innovative – “La scienza e la tecnologia al servizio dell`alimentazione sostenibile”, presentazione di progetti, idee e startup, a cura di Padiglione Italia e ItaliaCamp con introduzione di Paolo Verri, Direttore contenuti espositivi ed eventi di Padiglione Italia.

La tavola rotonda, nello specifico, vedrà la partecipazione dei rappresentanti del mondo delle aziende, delle istituzioni, delle università, dei fondi di investimento e del giornalismo della Campania, con lo scopo di alimentare un dibattito volto a valorizzare in primis le oltre 15 startup e progetti presentati e, quindi, di rafforzare l’ecosistema del Mezzogiorno in grado di supportare strategicamente la nascita di nuovi ed innovativi progetti di impresa Made in Italy.

La giornata si concluderà alle 20.00 con Aperitivo e Momento musicale a cura degli allievi del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)