Il nuovo modo di leggere Napoli

Gabbiadini c’è e il Napoli cala il tris: terzo posto blindato e ora la Roma è più vicina

di / 0 Commenti / 27 Visite / 2 febbraio, 2015

chinapTerza vittoria consecutiva per il Napoli che con una buona prestazione riesce ad espugnare il campo storicamente ostico del Chievo: a sorpresa nell’undici iniziale non figurano Gargano, Callejon ed Hamsik, ai quali vengono preferito Jorginho, Gabbiadini e De Guzman, mentre in difesa è Britos a fare coppia con Albiol sostituendo lo squalificato Koulibaly. Gli azzurri approcciano bene la partita e sin da subito si dimostrano pericolosi con Higuain e Gabbiadini: l’intesa tra i due è apparsa molto migliorata ed ha portato al gol del vantaggio al 18′ con il Pipita che ha servito uno splendido assist per l’ex Samp, chiuso in uscita bassa da Bizzarri, ma nel rimpallo il pallone è carambolato su Cesar finendo in rete. Gli azzurri subiscono però il ritorno dei padroni di casa che si rendono pericolosi con Paloschi e Pellissier e proprio grazie a quest’ultimo trovano la rete del pari al 25′: ancora una volta è un rimpallo a risultare vincente sull’uscita scriteriata di Rafael che fa carambolare il pallone su Britos regalando il pareggio ai padroni di casa. Nella ripresa la partita aumenta di ritmo e si susseguono occasioni da una parte e dall’altra: per i clivensi è Paloschi ad avere l’occasione più importante, mentre tra le fila azzurre sono ancora Higuain e Gabbiadini a creare i pericoli maggiori per la porta di Bizzarri: l’ex doriano prima si libera con una bella giocata in area e calcia di destro trovando la risposta del portiere argentino, poi al 62′ è bravo a girarsi in area sfruttando l’assist di Strinic ed a battere Bizzarri riportando in vantaggio i suoi. Nel finale il Napoli non soffre particolarmente la reazione dei padroni di casa ed anzi va vicina al terzo gol in due occasioni con De Guzman, ancora una volta impreciso sottoporta, e con Higuain murato al momento della conclusione. Con questa vittoria il Napoli aumenta il vantaggio sulle rivali per il terzo posto portandosi a +5 ed al contempo accorcia il gap rispetto alla Roma, ora avanti di soli 4 punti.
Le pagelle:

NAPOLI
Rafael C. 5: sulla sua prestazione incide pesantemente l’errore in uscita che regala il pareggio ai clivensi, per il resto non viene particolarmente impegnato.
Maggio 6.5: l’esterno azzurro sta attraversando un momento di grande forma che gli permette di macinare chilometri sulla fascia garantendo qualità in avanti senza scoprire particolarmente la fascia di competenza.
Albiol 6: ordinaria amministrazione per lo spagnolo che in coppia con Britos non riesce comunque ad esprimere appieno il suo potenziale.
Britos 5: sfortunato in occasione dell’autogol, non riesce a dare sicurezza al reparto arretrato risultando spesso in ritardo nelle chiusure su Paloschi.
Strinic 7: ancora una volta l’esterno croato è autore di una grande prestazione coronata dall’assist per la rete di Gabbiadini, grande qualità di calcio e ottimi movimenti difensivi ne stanno facendo un perno della retroguardia.
Jorginho 5: rilanciato titolare da Benitez nel suo vecchio stadio non ripaga la fiducia del tecnico, è autore di una prestazione scialba e di scarsa personalià; dal 69′ Gargano 6: fa legna nel finale di gara.
David Lopez 6: svolge bene il suo compito regalando equilibrio ad una squadra con grande qualità nel reparto offensivo.
Mertens 5.5: prestazione sottotono del belga dal quale ci si aspetta sempre qualche spunto dei suoi; dal 78′ Hamsik: s.v.
De Guzman 5.5: ormai punto fermo della formazione azzurra, l’olandese mostra grande corsa e spirito di sacrificio ma è ancora una volta sprecone sottoporta.
Gabbiadini 7.5: partita da assoluto protagonista per il colpo del mercato del Napoli, protagonista nel primo gol e autore della rete del vantaggio, la prima con la maglia azzurra; dal 65′ Callejon 6: poco meno di mezz’ora per lo spagnolo, entra bene nel match anche se non ha tante possibilità per incidere. 
Higuain 6.5: non segna, ma è solo un caso, il Pipita trascina la squadra alla vittoria con grandi giocate e grande voglia, decisamente un giocatore ritrovato.
Benitez 6.5: lasciare fuori Hamsik e Callejon in una trasferta così insidiosa un rischio calcolato visto la qualità dei sostituti, la squadra centra la terza vittoria consecutiva in campionato e sembra aver trovato la quadra sia tatticamente che fisicamente per una seconda parte di stagione da protagonista.

CHIEVO
Bizzarri 6, Schelotto 6.5; Gamberini 5, Cesar 5 (dall’81’ Christiansen s.v.), Zukanovic 5.5, Hetemaj 6, Radovanovic 5.5, Birsa 6 (dal 61′ Botta 5), Izco 5.5, Pellissier 6, Paloschi 5 (dal 71′ Meggiorini 5.5), Maran 5.5.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)