Il nuovo modo di leggere Napoli

Quarta serata del Festival di Sanremo: cronistoria

di / 0 Commenti / 114 Visite / 14 febbraio, 2015

gli-ospiti-della-quarta-serataDiamo il via alla quarta e penultima serata del Festival della canzone italiana, che coincide con la giornata mondiale della radio.

Per cominciare, è presentata la giuria di esperti che per il 30% inciderà nella classifica (i restanti 40% e 30% sono attribuiti rispettivamente al televoto del pubblico da casa e alla giuria demoscopica): Claudio Cecchetto, Camila Raznovich, Carlo Massarini, Andrea Mirò, Paolo Beldì, Giovanni Veronesi, Marino Bartoletti e Max Bernardini. Questa sera quattro big saranno eliminati dalla gara.

Si apre il festival con due sfide tra le nuove proposte, vincitrici delle scorse serate: Amara contro Kutso ed Enrico Nigiotti contro Giovanni Caccamo. Vincono i Kutso e Caccamo.

Si esibiscono poi i Pilobolus, facendoci sognare con le loro ombre e le loro storie.

Il primo big ad esibirsi è Annalisa, con la sua “Una finestra tra le stelle”.

Nesli appena entra dona dei fiori ad Arisa, omaggiando la sua versatilità tra il canto e la conduzione del festival. Poi canta “Buona fortuna amore”.

Emma, per la prima volta in abito lungo dalla prima serata, si rifiuta, scherzosamente, di scendere le scale con lo stacchetto musicale standard di quest’anno, e pretende “una musica figa”.

Irene Grandi interpreta “Un vento senza nome”.

E’ il turno di Nek in “Fatti avanti amore”.

Bianca Atzei canta “Il solo al mondo”, in modo più disinvolto delle altre volte.

Ospite importante il ct della nazionale Antonio Conte, che rivela che suo padre è “l’allenatore della partita finita”, pronto a criticare e dire la sua quando ormai non si è più in campo. Il suo motto è “Si può dare di più”, come una delle sue canzoni del cuore.

Biggio e Mandelli ripropongono “Vita d’inferno”.

Moreno canta “Oggi ti parlo cosi”.

Ottavo campione in gara è Lara Fabian, con “Voce”.

Scende le scale l’imitatrice di Ornella Vanoni (Virginia Raffaele), e all’inizio sembrerebbe proprio quella vera! Scherza con Conti, poi “dirige” l’orchestra sulla sigla dei Simpson.

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi cantano “Io sono una finestra”.

Lorenzo Fragola interpreta “Siamo uguali”.

Sammy Basso, ospite speciale ammalato di invecchiamento precoce, racconta la sua esperienza in un momento di commozione generale.

Anna Tatangelo canta “Libera”.

Il Volo cantano “Grande amore”.

A sorpresa, Gabriele Cirilli raggiunge Carlo nel teatro e parla della sua esperienza in aereo.

Gianluca Grignani arriva sul palco con “Sogni infranti”.

Malika Ayane si esibisce in “Adesso e qui (nostalgico presente)”.

Cantano i Dear Jack: “Il mondo esplode tranne noi”.

Continua la gara tra le nuove proposte: Kutso sfidano Caccamo.

Vincitore della 65esima edizione di Sanremo, per la categoria delle nuove proposte, è Giovanni Caccamo! Vince anche il premio della sala stampa radio-tv-web “Lucio Dalla” e quello della critica “Mia Martini”.

Marco Masini interpreta “Che giorno è”.

Elena Sofia Ricci, grandissima attrice, calca il palco dell’Ariston intonando “Donne” di Zucchero.

Nina Zilli con “Sola” riapre la gara.

Alex britti canta “Un attimo importante”.

Virginia Raffaele torna in scena in una simulazione di televoto un po’ improbabile.

“Come una favola” è il brano di Raf, presente sul palco nonostante una bronchite.

Chiara canta “Straordinario”.

In anteprima mondiale, Giovanni Allevi esegue al pianoforte “Loving you”, traccia del nuovo album Love.

The Avener, dj francese, regala un momento musicale alternativo all’Ariston.

Fuori dal Festival, tra i fischi del pubblico, Biggio e Mandelli, Lara Fabian, Raf e Anna Tatangelo.

Caccamo si riesibisce e dedica la vittoria al padre.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)