Il nuovo modo di leggere Napoli

Il Benevento allunga sulla Salernitana, risale la Juve Stabia, crisi Savoia: il punto sulle campane in Lega Pro

di / 0 Commenti / 28 Visite / 25 febbraio, 2015

beneTerza vittoria consecutiva per il Benevento che rafforza la leadership nel girone C di Lega Pro grazie ai punti conquistati al Vigorito contro il Melfi: i padroni di casa sono bravi a portarsi in vantaggio già al 13′ grazie ad una bella conclusione dal limite di Campagnacci, ma vengono raggiunti pochi minuti più tardi dagli ospiti che trovano il pareggio con Pinna, bravo a trasformare un calcio di punizione. Nella ripresa sono i giallorossi a fare la partita, con il Melfi che tenta qualche timida ripartenza in contropiede badando più che altro a non lasciare spazio agli avversari: dopo un paio di salvataggi miracolosi di Dermaku su Lucioni e del portiere Perina su Eusepi, è proprio quest’ultimo a trovare il gol del definitivo 2-1 con un tap-in sotto misura. Ora il Benevento si ritrova con ben 4 punti di vantaggio sulla Salernitana, incapace di andare oltre il pari all’Arechi contro un solido Foggia: al termine di un primo tempo dominato dai “Satanelli” e di grande sofferenza per i granata, è il Foggia a trovare il vantaggio al 37′ con Iemmello bravo a deviare di testa una punizione battuta da Sarno; nella ripresa scende in campo tutt’altra squadra che trova prima il pareggio con Favasuli, bravo a centrare la rete dopo un batti e ribatti in area, poi ad un quarto d’ora dalla fine del match è Mendicino a siglare il gol del vantaggio sfruttando alla meglio un cross di Nalini e ritrovando la via della rete dopo ben 5 mesi. Il Foggia non ci sta e pochi minuti, dopo aver centrato un clamoroso palo con Minotti, trova il gol del pari ancora una volta firmato da Iemmello; nel finale convulso i rossoneri chiudono in dieci per l’espulsione di Gigliotti, ma riescono a difendere un buon pari che li tiene ancora in corsa per i play-off. Torna al successo dopo ben tre pareggi di fila la Juve Stabia che al Menti di Castellamare batte la Paganese per 2-0: a portare in vantaggio le “Vespe” dopo soli 9′ minuti è il centrocampista Jidaiy, mentre dopo un grande salvataggio del portiere Pisseri su Russini, è bomber Di Carmine a siglare il raddoppio mettendo al sicuro la partita; terza sconfitta nelle ultime quattro per gli azzurrostellati che vedono pericolosamente avvicinarsi la zona rossa della classifica, distante ora solo 4 punti.

Brutta sconfitta per la Casertana, che perde in trasferta lo spareggio play-off contro il Matera: dopo una prima mezz’ora di sostanziale equilibrio, i padroni di casa trovano il doppio vantaggio sfruttando la doppietta dello scatenato Iannini, bravo e fortunato a sfruttare le occasione che la disattenta difesa campana gli concede; nella ripresa la squadra di Campilongo entra in campo con tutt’altro spirito ed accorcia le distanze con un eurogol di Tito, che nel finale tenterà di ripetersi colpendo però una sfortunata traversa. Questa sconfitta fa uscire momentaneamente i falchetti dalla zona play-off, nella quale si inserisce il Lecce, mentre il Matera si porta a -1 dai campani. In chiave salvezza seconda vittoria consecutiva per l’Aversa Normanna che al Bisceglia batte con un netto 3-0 il Catanzaro, reduce da ben 3 vittorie di fila: pronti via e campani subito in vantaggio dopo soli 2 minuti grazie a Mangiacasale che fredda il portiere ospite con una botta dal limite dell’area; passano altri 5 minuti e arriva il raddoppio dei padroni di casa con un perfetto calcio di punizione trasformato da Mosciaro, mentre la rete del definitivo 3-0 arriva al 69′ nella ripresa, ancora con Mangiacasale che sigla così la sua doppietta personale e permette ai suoi di portarsi ad un solo punto dalla Reggina penultima. Vittoria fondamentale anche quella raccolta dall’Ischia che ha fatto suo il derby contro il Savoia imponendosi al Mazzella per 2-0: entrambe le reti, arrivate nella ripresa, portano la firma di Infantino, prima bravo a ribadire in rete una respinta di Gragnaniello, poi infilato in uscita dal bomber degli isolani sfruttando un clamoroso errore di Vosnakidis. Questa vittoria consente all’Ischia di superare in classifica proprio il Savoia, ma le due compagini campane potrebbero ben presto incorrere in penalizzazioni in classifica a causa dei problemi economici che attanagliano le due società: la posizione più delicata sarebbe proprio quella del Savoia che rischia addirittura un pesantissimo -6 che porterebbe la squadra di Torre Annunziata all’ultimo posto in classifica, l’unico che sancisce la retrocessione diretta. Nel prossimo turno la capolista Benevento ospita un Barletta in grave crisi finanziaria, mentre la Salernitana sarà di scena al Giraud contro il Savoia; delicata sfida play-off per la Casertana che ospita un ritrovato Lecce, mentre la Juve Stabia sarà di scena sul campo del Messina, sfida salvezza interna per la Paganese che ospita il Cosenza. A chiudere la giornata sarà l’Aversa Normanna, impegnata lunedì sera nella sfida salvezza sul campo del Melfi.

Classifica alla 26° giornata

Benenvento 59
Salernitana 55
Lecce 48
Juve Stabia 48
Casertana 45
Matera 44
Foggia 43 (-1)
Catanzaro 39
Barletta 35
Vigor Lamezia 32
Lupa Roma 30
Paganese 29
Martina Franca 28
Cosenza 28
Melfi 25 (-2)
Messina 25
Ischia 22
Savoia 20
Reggina 19 (-1)
Aversa Normanna 18

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)