Il nuovo modo di leggere Napoli

Fuorigrotta, anziana cade in una buca: rischia la vista

di / 0 Commenti / 128 Visite / 2 marzo, 2015

buche3Continua a tenere banco la questione della sicurezza stradale per Napoli e provincia, non parliamo di segnaletica stradale o di gestione del traffico, ma delle famigerate buche.

Solo pochi giorni fa vi avevamo segnalato l’incidente che aveva coinvolto un giovane centauro nella “famosa” buca all’ingresso della galleria Vittoria in Via Acton ed ecco che riportiamo un caso analogo. A farne le spese, stavolta, è un’anziana signora di 75 anni, caduta per le strade di Napoli a causa di una buca.

Ci troviamo in Via Cavalleggeri d’Aosta, nel quartiere di Fuorigrotta, quando, pochi giorni fa, l’anziana si apprestava ad uscire di casa per delle commissioni. La strada era disseminata di buche e pozzanghere per la pioggia incessante degli ultimi giorni di febbraio ed è stato proprio il mix di questi 2 fattori a causare la caduta della povera donna. Quest’ultima avrebbe, infatti, poggiato il piede in una di queste cunette piene d’acqua, cadendo rovinosamente a terra. Nell’impatto, la 75enne ha sbattuto violentemente la testa contro la pietra lavica sporgente del marciapiede riportando un trauma cranico ed una profonda ferita all’occhio.

La donna è stata trasporta d’urgenza all’Ospedale dei Pellegrini e le sue condizioni hanno da subito preoccupato i medici. La ferita che l’anziana si è procurata all’altezza dell’occhio è risultata molto più grave del previsto, tant’è che si è reso necessario un intervento chirurgico. La violenza dell’impatto ha avuto ripercussioni sul nervo ottico dell’occhio destro e il rischio è che la donna possa subire l’asportazione nell’intero bulbo oculare perdendo, così, la vista.

Questo episodio si aggiunge alla lunga lista degli incidenti avvenuti per colpa del dissesto del manto stradale, continuando a suscitare numerose polemiche e proteste da parte dei cittadini. L’accaduto, così come è stato affermato dalla nuora della vittima, è stato denunciato ai Vigili Urbani che non hanno potuto fare altro che “rattoppare” la buca con i soliti metodi “all’acqua di rose”, suscitando ulteriormente l’indignazione dei parenti dell’anziana. Secondo questi ultimi, è inammissibile rischiare di perdere la vista per una banale caduta nel centro cittadino.

Nel frattempo, cresce l’indignazione dei napoletani verso la totale indifferenza dell’emergenza buche. La città si sta impegnando per far sentire il loro disagio fino ai piani alti al fine di migliorare la sicurezza di tutte le persone che ogni giorno affollano le vie napoletane, turisti inclusi. Solo pochi giorni fa, una buca nei pressi dell’aeroporto di Capodichino era stata segnalata con un wc al suo interno, il messaggio è risultato fin troppo chiaro: “se non vi prendete cura di Napoli, finirà col diventare proprio come un wc in disuso .. “.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)