Il nuovo modo di leggere Napoli

Pretty woman: 25 anni dopo la trama incanta ancora

di / 0 Commenti / 99 Visite / 25 marzo, 2015

 

130001042-5ff019f1-e815-4432-bd02-933163a72f1eCompie 25 anni la pellicola americana di Pretty Woman. La commedia più romantica e fiabesca della storia del cinema, esce nelle sale il 23 marzo del 1990. Julia Roberts e Richard Gere sono gli straordinari interpreti di una prostituta, Vivien, e del suo ricchissimo cliente Edward.

Da un semplice incontro “d’affari”, sboccia poi l’imprevedibile amore. Un uomo facoltoso incrocia la ragazza difficile e spiantata e l’accetta per quello che è, innamorandosene oltre le iniziali aspettative. Da allora la pellicola incanta le spettatrici di tutto il mondo, che l’hanno vista miriadi di volte, sognando un proprio principe azzurro.

In occasione dei 25 anni del film, la Nbc ha riunito tutto il suo cast e sono state divulgate particolari rivelazioni su ciò che accadde sul set all’esordio cinematografico. Pochi sanno che il corpo dell’attrice in locandina, non è quello di Julia Roberts, ma un fotomontaggio a cui fu aggiunto poi il suo volto. Originariamente la trama doveva essere drammatica e chiamarsi “3000”, alludendo al costo della prostituta tossicodipendente, Vivien. La donna non incontrava un galantuomo, ma un alcolista.

Fu Valeria Golino a contendersi il ruolo che spettò poi a Julia Roberts. Prima di loro furono scelte Sandra Bullock, Sara Jessica Parker, Cristina Davis, ma rifiutarono. Stessa cosa accadde per Al Pacino, Silvester Stallone e Albert Brooks, che rinunciarono al ruolo di Edward.

All’interno del film molte scene furono improvvisate dallo stesso Richard Gere. Gli abiti di Vivien furono acquistati all’ultimo momento, come il cappotto che Gere le fece indossare per coprire le forme della prostituta in hotel. Il clochard a cui Gere chiede indicazioni per strada è lo stesso regista della pellicola Garry Marshall. Gere ha composto anche la musica della famosa scena del pianoforte su cui in piena notte ha un incontro intimo con la Roberts.

Pretty woman ottenne un incasso di 463,4 milioni di dollari. E’ stata una delle più fortunate commedie romantiche. Il ruolo di Vivien ha garantito un Golden Globe alla Roberts che arrivò nel 1991 ad ottenere anche una nomination all’Oscar. Il suo costume da prostituta è ancora ricercatissimo e riprodotto online. La collana indossata dall’attrice per la dolce cena col suo cliente, è uno dei gioielli più costosi usati nella storia del cinema. La pellicola è stata un vero investimento ed oggi i risultati sono tangibili.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)