Il nuovo modo di leggere Napoli

Corteo termali di Castellammare di Stabia : spunta anche una bandiera simile a quella dell’Isis

di / 1 Commento / 130 Visite / 31 marzo, 2015

teremeCastellammare di Stabia (Napoli). A seguito del  rigetto del concordato da parte del tribunale di Torre Annunziata, del conseguente fallimento delle Terme di Stabia ,società partecipata del Comune, e della sospensione della cassa integrazione , ieri è scesa in piazza la rabbia e l’amarezza dei circa duecento lavoratori dell’ex complesso termale insieme ai sindacati, agli studenti, alla cittadinanza e ai rappresentanti della Curia e delle varie Associazioni di categoria.

La manifestazione, partita dallo stabilimento delle Nuove Terme,  ha attraversato tutta la città per giungere a Palazzo Farnese in piazza Giovanni XXIII . Anche i commercianti hanno manifestato la loro solidarietà abbassando le serrande al passaggio del corteo. Duramente contestato il sindaco Nicola Cuomo e tutta l’amministrazione comunale accusata di non aver fatto abbastanza per salvare una delle risorse fondamentali della Città, principale volano per lo sviluppo del turismo e dell’indotto ad esso collegato.

“Se ci bloccate il futuro,noi vi blcchiamo la città” gridano gli studenti

Traffico totalmente paralizzato  con gravi ripercussioni sulla circolazione della strada statale sorrentina:curiosità  e polemica ha suscitato  la comparsa di  una bandiera nera, simile a quella dell’Isis, sulla quale è scritto in giallo ‘Terme di Stabia’.

Protesta nel Napoletano, bandiera nera come quella Isis

“Se ci bloccate il futuro,noi vi blcchiamo la città” gridano gli studenti delle scuole superiori.

Un altro durissimo colpo inferto a Castellammare di Stabia, annoverata come Città della acque, che negli ultimi anni ha visto chiudere le più grandi risorse del proprio tessuto socio-economico  riducendosi da una delle più belle città d’Italia a una città moribonda dove il presente diventa giorno dopo giorno più difficile e il futuro delle nuove generazioni è inesistente e inconsistente.

 

Un Commento

  1. gent.ma Rosanna Longobardi
    scusi, ma dire che questa bandiera è simile a quelle dell’isis è a dir poco una forzatura! non lo è per niente ne’ per quello che simboleggia ne’ per la forma ne’ per il contesto… l’unica cosa che la accomuna è il colore nero dello sfondo… non Le sembra azzardato (per non dire di cattivo gusto) questo accostamento ?

    Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)