Il nuovo modo di leggere Napoli

Napoli in Treatment : la psico-fiction che mette tutta la città in terapia di gruppo

di / 0 Commenti / 121 Visite / 21 aprile, 2015

napoli

Nasce Napoli in Treatement,il progetto, finanziato dalla Fondazione Banco di Napoli e promosso da Le leggi del mondo, associazione di promozione sociale, nata nel 2010 con l’obiettivo di diffondere la cultura psicologica e di sviluppare e coltivare l’ecologia della mente.

Napoli in Treatement è un format ironico e innovativo che, coniugando psicologia, comunicazione e arte, invita i napoletani a ripensarsi, a curare le relazioni sociali, a ricostruire la propria identità per diffondere una nuova immagine della città più vicina alla realtà meno sbilanciata sugli aspetti negativi e sui clichè.

Napoli in Treatment è una psico-fiction in venti puntate, venti “sedute” di gruppo, ognuna dedicata ad un “tema-sintomo”. “Partenope”, stanca di soffrire, cerca di risolvere le sue crisi ricorrendo a uno psicologo psicoterapeuta, il Dott.Antonio Cimone.

La narrazione procede esattamente come un vero percorso di terapia (dal primo contatto con l’esperto, all’analisi della richiesta, al contratto terapeutico…) e attraverso l’ausilio di un linguaggio divertente affianca a ricordi dolorosi della città (emergenza rifiuti, camorra, trasporti…) immagini e valori positivi partenopei, volti di “pazienti” quotidianamente impegnati nel migliorare Napoli, ascoltati  nel cerchio di sedie rosse della terapia di gruppo. Ogni “seduta” è composta da quattro flash di circa un minuto in onda sui canali Videometrò e sulle pagine social ufficiali del NIT (hashtag #NIT).

Lo scopo della psico-fiction è quello promuovere lo sviluppo del senso di comunità e di benessere psicologico,di colmare il divario che separa cittadinanza e Istituzioni e favorire la partecipazione politica attiva.Tra i pazienti del Dott. Cimone molti volti noti della politica,delle istituzioni e del mondo dello spettacolo e della cultura:Raffaele Del Giudice Presidente di Asia ; Anna Savarese Vicepresidente Lega Ambiente ,lo scrittore Maurizio De Giovanni, il musicista James Senese e tanti altri.

Il progetto si avvale del patrocinio morale del comune di Napoli e dell’ordine degli Psicologi della Regione Campania.

 

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)