Il nuovo modo di leggere Napoli

Alla scoperta delle perle del Mediterraneo: Sifanto

di / 2 Commenti / 1061 Visite / 23 aprile, 2015

Yz5RhbyL’estate è ormai alle porte e in molti, senz’altro, starete già bazzicando tra siti internet ed agenzie di viaggi, per scegliere la meta più meritevole di accogliere il vostro e tanto agognato relax.

Per supportarvi al meglio in questa piacevole, ma impegnativa ricerca, iniziamo il nostro “viaggio” alla scoperta di luoghi incantati e sconosciuti, dove il turismo di massa, non è ancora approdato.

Sifanto: detta anche Sifno (in greco Σίφνος, Sifnos) è un’isola della Grecia, quarta delle Cicladi occidentali per grandezza. Amministrativamente è un comune della periferia dell’Egeo Meridionale (unità periferica di Milo).

Un’isola considerata “raffinata” da quando vari professionisti ateniesi l’hanno eletta a loro luogo di vacanze, costruendovi ville dall’aspetto molto sobrio e nella più pura tradizione cicladica che si inseriscono molto bene nel suo paesaggio.

L’isola è situata tra Serifo e Milo e ad ovest di Delo e Paro a circa 130 km dal Pireo. cartina1

È montagnosa con valli fertili, belle spiagge (sia di sabbia che di sassi), numerose scogliere e diversi centri abitati.Come nelle altre Cicladi, il bianco è il colore predominante delle case di Sifanto, interrotto solo da vecchi mulini in pietra e dall’azzurro delle cupole delle sue molte chiesette.

Il programma turistico di chi visita Sifanto comprende la balneazione in una delle molte spiaggette fuori mano (Poulàti, Faro, Fasolòs e Troulàkidi) mentre i più pigri rimarranno tra gli scogli di Chrysopiyì. Le passeggiate pomeridiane si svolgono nella zona di Kastro mentre la sera sarà riservata a una puntatina nei locali notturni di Kamares o di Apollonia.

  • Apollonia — Nota anche con il nome di Stavri è il piccolo capoluogo nell’entroterra, disposto ad amfiteatro su 3 colline. Vi si trovano tutti i servizi indispensabili (banche, stazioni di polizia, ristoranti).
  • Artemonas — A poco più di 1 km di distanza dal capoluogo, Artemonas è un villaggio con qualche casa neoclassica che offre bei panorami sull’isola e sul mare Egeo.
  • Kamares — Lo scalo di Sifanto dove approdano traghetti ed aliscafi provenienti dal Pireo e dalle isole vicine. Si trova in una baia della costa occidentale e al suo fianco si estende una lunga spiaggia molto frequentata dalle famigliole in visita a Sifanto.
  • Kastro — Antica capitale di Sifanto, Kastro è oggi un minuscolo villaggio le cui case sono raggruppate intorno ad una fortificazione di epoca veneziana sorta con funzioni di vedetta sulla cima di un promontorio a strapiombo sul mare. Kastro si trova sulla costa orientale a meno di 4 km da Artemona ed è il villaggio più pittoresco di Sifanto.

Secondo la mitologia, Sifanto prese il suo nome dal figlio di Sounios, un eroe dell’Attica. L’isola era nota anche come “Akìs” (Ακίς in greco) con probabile riferimento alla sua forma acuta e “Meropi”, dal nome mitologico di una figlia di Ariadne.

In assenza di fonti documentate, si congettura che i Carii siano stati tra i primi colonizzatori dell’isola e che i Fenici intrattenessero rapporti commerciali con l’antica Sifnos.

In epoca storica Sifanto fece parte della lega Delio-attica e durante le guerre peloponnesiache sostenne Atene contro Sparta. Passò quindi sotto la dominazione macedone e al tempo dei diadochi (successori di Alessandro Magno) sotto l’egida dei Tolomei, dinasti d’Egitto. I Romani la usarono come luogo d’esilio. Entrò quindi a far parte dell’Impero Romano d’Oriente, trasformatosi in impero bizantino al tempo di Eraclio. In epoca ottomana subì ininterrotte incursioni piratesche che ne determinarono il declino, sorte del resto comune a tutte le isole dell’Egeo.

L’isola di Sifnos è un piccolo gioiello della natura di 74 Kmq dove si viene inondati dal profumo dei ginepri e degli oleandri, dal primo momento in cui si approda. Le spiagge dorate si presentano agli occhi in tutta la loro anima selvaggia e il mare blu cobalto fa da sfondo da qualsiasi punto dell’isola, sia lungo i sentieri a picco sul mare, sia nei meandri delle stradine che costeggiano le chiesette dal bianco candido. Un’ atmosfera di pace e silenzio, illuminata da una luce calda e luminosa, renderà la vacanza un sogno da cui non ci si vorrà più risvegliare.

Come arrivare:

Kamares è lo scalo di Sifanto. Vi attraccano navi e aliscafi provenienti dal Pireo e da altre isole dell’Egeo compresa Creta.

 

2 Commenti

  1. mi piacerebbe andarci a vivere, mi trovate un appartamento in fitto al modico prezzo di
    € 200.00 al mese?

    Avatar
    • L’idea è simpatica ma purtroppo per te, non siamo un’agenzia immobiliare, però se continui a seguirci, potrai leggere di tante altre mete belle e suggestive come questa.

      Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)