Il nuovo modo di leggere Napoli

Pozzuoli, una parola di troppo ed è subito maxi rissa

di / 0 Commenti / 96 Visite / 22 giugno, 2015

rissa-giovani-Prima una parola, poi un insulto, uno spintone e un calcio fanno il resto.

Pozzuoli, sul lungomare Pertini, diventa la location di una maxi rissa.

Un giovane è rimasto ferito e diversi contusi nella maxi-rissa scoppiata intorno alla mezzanotte di sabato 29 giugno 2015, sul Lungomare Pertini in via Napoli a Pozzuoli che ha visto coinvolti almeno 50 giovani.

Secondo una prima ricostruzione delle forze di polizia i due gruppi, l’uno proveniente dal Rione Traiano e l’altro della zona flegrea, si sarebbero dati appuntamento via Facebook per regolare vecchi screzi.

Si è trattato di un vero e proprio regolamento di conti, in cui oltre a calci, pugni e parole offensive, sono volate anche le coltellate. Tutto è accaduto sotto gli occhi di ignari passeggiatori, che si sono ritrovati IMG-20150621-WA0012involontariamente coinvolti in una scena da film americano ambientato nel Bronx.

Da qui il fuggi fuggi generale per la paura, con alcuni ragazzi contusi e l’allarme per l’intervento delle forze di polizia.

Ai militari, che hanno già avviato le indagini, il lungomare si è presentato come un campo di battaglia con macchie di sangue e brandelli di abiti sul selciato e vasti danni all’arredo urbano e ai giardini della passeggiata. Al vaglio dei carabinieri le registrazioni della videosorveglianza del Comune e l’individuazione del ragazzo ferito.

Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia ha chiesto subito l’intervento del prefetto, Gerarda Pantalone: “Bisogna convocare il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. È intollerabile quanto si registra da settimane sul lungomare di Pozzuoli. Gruppi di bulli si incontrano per dare sfogo a violenza, seminando paura tra residenti e passanti”.

“Sono tanti i cittadini che mi hanno chiesto, giustamente, un controllo maggiore. E Pozzuoli ha il diritto di vivere come comunità civile, nel rispetto delle regole e della convivenza – ha aggiunto il sindaco Figliolia – Dalla scorsa settimana è in campo una task-force di polizia, vigili urbani, carabinieri e guardia di Finanza per monitorare il territorio. Evidentemente tutto ciò non basta, per questo chiedo aiuto al Prefetto per assicurare presìdi stabili su via Napoli e al porto, punti maggiormente affollati. Erano presenti i carabinieri, la polizia di Stato e i vigili urbani la scorsa notte a Pozzuoli: soltanto grazie al loro intervento i gruppi di facinorosi sono andati via e si è evitato che una lite – in cui sembrerebbero essere spuntante armi bianche – non sia giunta ad un epilogo drammatico”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)