Il nuovo modo di leggere Napoli

BoookMOB – Scambiamoci un libro, fa tappa a Portici

di / 0 Commenti / 90 Visite / 28 giugno, 2015

book mobPortici.E’ in programma per  Giovedi 2 luglio alle ore 18:00 un’altre tappa del BookMOB-scambiamoci un libro, l’appuntamento più atteso per i booklovers.

Dopo gli appuntamenti di Napoli sarà Portici,precisamente Piazzale Brunelleschi alle ore 18:00 ad ospitare il flash mob dedicato ai libri e all’amore per la lettura.

Ideato dall’Associazione Librincircolo il BookMOB è uno scambio di libri a sorpresa semplice quanto geniale.Per partecipare basterà recarsi nel luogo dove si svolgerà l’evento con un libro scelto dalla propria libreria dopo averlo incartato debitamente per garantire l’effetto sorpresa.Può trattarsi di un libro amato particolarmente tanto da desiderare che venga letto anche da altri,ma anche di un libro poco amato che magari non si è finito neanche di leggere e sfruttare l’occasione per sostituirlo con un altro,può essere infine una buona occasione per gli scrittori emergenti di veicolare e pubblicizzare un proprio scritto.I partecipanti si disporranno in circolo e al via prenderanno il libro del compagno alla propria destra e lo passeranno a quello sulla sinistra fino allo stop.Allo scadere del tempo tutti si ritroveranno con un nuovo libro da scartare.

Lo scopo del BookMob è quello  di far circolare di nuovo i libri, di tirarli dagli scaffali, passarli a nuovi lettori e prolungare la loro vita lontano dalle mensole delle libreria dove spesso sono destinati a diventare ricettacoli per la polvere.

L’ Associazione Librincircolo attraverso il BookMOB vuole ribadire l’importanza dell’amore per la lettura e la cultura e sensibilizzare i cittadini italiani, visti i dati sconfortanti di studi e ricerche che hanno dimostrato purtroppo che il 60%  degli Italiani non legge neanche un libro all’anno,e che quasi una famiglia su dieci non ha alcun libro in casa in particolare nel Mezzogiorno d’Italia.Dati supportati anche dalla crisi del settore editoriale che vede chiudere giorno per giorno librerie,case editrici e centri distributivi e che si fanno ancora più avvilenti se confrontati con quelli degli altri Paesi Europei dove le iniziative governative a favore del libro,il lavoro capillare fatto nelle scuole e le buone abitudini familiari permettono ai ragazzi delle nuove generazioni di essere degli autentici booklovers.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)