Il nuovo modo di leggere Napoli

Scavi di Pompei, sorprendente ritrovamento di origine sannita

di / 0 Commenti / 291 Visite / 19 settembre, 2015

Pompei tomba sannitaPatrimonio dell’umanità, miniera inesauribile di risorse archeologiche, stampo delle antiche civiltà, ricordo di un passato nostro fondamento.
Tutto ciò sono gli Scavi di Pompei, che ancora oggi continuano a rivelare sorprese e magnificenze.

L’ultima scoperta effettuata dagli archeologi è ancora più sorprendente di quello che si possa immaginare: è stata rinvenuta, infatti, una tomba di origine sannita con l’intero corredo funebre ottimamente conservato.

I Sanniti furono un antico popolo italico stanziato nel Sannio, corrispondente agli attuali territori della Campania nordorientale, dell’alta Puglia, di gran parte del Molise, del basso Abruzzo e dell’alta Lucania. Vennero in contatto con la Repubblica Romana solo nel IV sec. a.C..

L’aspetto sorprendete di tale scoperta sono le condizioni in cui è stato ritrovato il reperto, soprattutto in relazione al fatto che la datazione della sepoltura è di non poco anteriore alla fondazione della città di Pompei.

Attualmente le operazioni di scavo sono gestite dalla soprintendenza in collaborazione con l’équipe francese del Centro Jean Bérard di Napoli.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)