Il nuovo modo di leggere Napoli

Col Genoa finisce in parità

di / 0 Commenti / 35 Visite / 2 novembre, 2015

PostPartita_Genoa_Napoli_15_16Gli azzurri impattano a Genova contro i rossoblù e mancano l’aggancio alla vetta della classifica, occupata adesso da Fiorentina ed Inter a pari merito con 24 punti, due in più del Napoli. E’ finita 0-0, ma la squadra di Sarri ha creato almeno sei/sette palle gol senza però riuscire a concretizzarle, anche per merito degli ottimi interventi di Perin; ad Higuain, inoltre, è stato negato un rigore nel primo tempo. Ora due gare al San Paolo: prima in Europa giovedì col Midtjylland per chiudere definitamente il discorso qualificazione, poi in campionato domenica con l’Udinese.

Le scelte

Sarri a sorpresa sceglie Mertens e non Insigne nel tridente con Callejon ed Higuain, però conferma tutti gli altri titolarissimi: a centrocampo rientra Allan con Jorginho e Hamsik a completare il reparto, mentre in difesa torna Koulibaly al fianco di Albiol con Hysaj e Ghoulam sui lati.

La partita

Passano solo cinque minuti ed il Napoli va già vicino al gol: Jorginho pesca in profondità Callejon che si accentra e tira ma Perin devia in corner. Al 27′ Mertens crea la più grande occasione del primo tempo, liberandosi con la suola del diretto avversario e calciando di un soffio a lato. Due minuti dopo è ancora il belga a seminare il panico tra i difensori genoani con un cross al centro per Higuain: l’argentino viene strattonato da Burdisso, ma Doveri lascia correre. Ad un minuto dalla fine della prima frazione è ancora una volta molto bravo Jorginho a trovare il Pipita che controlla bene ma conclude sul fondo. Finiscono i primi 45 minuti di gioco con il risultato di 0-0. Al minuto 52 Mertens vede l’inserimento di Hamsik che prova a superare Perin con un pallonetto ma nulla di fatto; un solo giro di orologio ed il belga serve ancora Higuain che tira a botta sicura ma Ansaldi lo mura clamorosamente. Il folletto, però, è costretto ad uscire e al suo posto entra Insigne. Pochi minuti dopo Callejon ci prova in diagonale senza trovare la gioia del gol. Lo spagnolo esce ed entra Gabbiadini. Al 76′ Insigne pesca benissimo in area di rigore Hamsik che però impatta male il pallone. Fuori anche Allan, dentro David Lopez. Al minuto 86 il Pipita ostacola a pochi centimetri dalla linea di porta il talento di Frattamaggiore e conclude incredibilmente a lato. Nel recupero ci prova anche Gabbiadini da calcio piazzato, la barriera devia la sfera ma non abbastanza da mettere in difficoltà il portiere rossoblù. Infine Insigne tira a giro dal limite dell’area, ma l’estremo difensore genoano si supera anche stavolta.

Il migliore

La coppia Albiol-Koulibaly ha eretto un vero e proprio muro: lo spagnolo ha tenuto sempre bene la linea, compiendo ottimi interventi e accorrendo anche in aiuto ad Hysaj sugli attacchi di Perotti; il franco-senegalese ha confermato di essere in gran forma, dominando nel gioco aereo e non buttando via neanche un pallone in fase di impostazione.

Il tabellino

Genoa-Napoli 0-0
Genoa (4-3-3): Perin; Diogo Figueiras, Munoz (dal 35′ p.t. Izzo), Burdisso, Ansaldi; Dzemaili (dal 45′ p.t. Ntcham), Tino Costa, Rincon (dal 27′ s.t. Cissokho); Laxalt, Pavoletti, Perotti. (Lamanna, Ujkani, Lazovic, Tachtsidis, Gakpe). All: Gasperini.
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (dal 37′ s.t. David Lopez), Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 22′ s.t. Gabbiadini), Higuain, Mertens (dall’11’ s.t. Insigne). (Gabriel, Rafael, Strinic, Henrique, Valdifiori, Maggio, Chiriches, El Kaddouri, Chalobah). All: Sarri.
Arbitro: Doveri di Roma.
Note: Ammoniti: Izzo, Ntcham, Gabbiadini, Tino Costa, David Lopez. Angoli: 6-1 per il Napoli. Recupero: 2′; 4′.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)