Il nuovo modo di leggere Napoli

La favola d’amore più in sintonia con i tempi moderni

di / 0 Commenti / 133 Visite / 4 novembre, 2015

055640_costantino_fidanzataL’amore a 18 anni: un mix di tormenti e passioni capaci di gettare il cuore oltre l’ostacolo pur di conseguire traguardi e raggiungere vette, altrimenti invalicabili per i comuni mortali.

Nelle ore antecedenti, proprio una storia d’amore tra un 18enne e una 17enne è rimbalzata agli onori della cronaca, dopo che i due fidanzatini avevano messo a segno una fuga d’amore.

Lui, Costantino Diana, 18 anni, disabile e costretto su una sedia a rotelle, residente a San Cipriano d’Aversa (Caserta); lei, 17 anni, figlia di un albanese residente da anni in Italia e di una italiana: una coppia costretta a convivere con mille difficoltà, soprattutto per effetto degli ostacoli che i genitori anteponevano tra loro e quell’amore, pronto a tutto pur di esser vissuto.

E così, i due fidanzatini, lo scorso due novembre, avevano fatto perdere le loro tracce per le strade di Roma, scappando da quei genitori che non vedevano di buon occhio la loro storia.
Sono stati rintracciati solo nel tardo pomeriggio presso la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella a Firenze dal personale della Polfer attivato dai Carabinieri della centrale operativa del comando compagnia di Casal di Principe. I carabinieri sono riusciti a ritrovarli grazie alle indicazioni fornite dal fratello del ragazzo.

I due adolescenti si sono conosciuti qualche mese fa su Facebook.

La ragazza, che abita in un comune nei dintorni di Roma, già l’estate scorsa era sfuggita al controllo dei genitori per raggiungere Costantino a San Cipriano d’ Aversa, dove era stata poi ritrovata dai carabinieri.

Il 18enne aveva preso un appuntamento a Roma con la fidanzata, il padre lo aveva accompagnato in treno. Costantino si è poi allontanato con la ragazza per andare a mangiare una pizza, dando appuntamento al padre a piazza del Popolo alle 19. A quell’appuntamento, però, non si è presentato. Ed il padre ha tentato inutilmente di contattarlo con il telefono cellulare. Sono così scattate le ricerche, fino al ritrovamento maturato qualche ora dopo.

Una storia pregna di contenuti che imprescindibilmente guidano verso diverse riflessioni, in virtù dei disparati ed attualissimi temi di cui è testimonial involontaria: la disabilità, l’integrazione, il razzismo, la tolleranza, la “fusione di culture diverse” grazie all’amore, quell’amore virtuale che sa tramutarsi in un sentimento reale, le chat e i social network che conclamano in maniera sempre più decisa e veemente il loro status di luoghi d’incontro tra giovani, sostituendo le ormai obsolete piazze e discoteche.

Senza alcun dubbio, Costantino e la sua fidanzatina ci hanno reso partecipi di una storia d’amore decisamente moderna, forse una delle più calzanti dei nostri tempi.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)