Il nuovo modo di leggere Napoli

Domenica 15 novembre: inaugurazione della Fiera natalizia di San Gregorio Armeno

di / 0 Commenti / 310 Visite / 12 novembre, 2015

scoglio-presepe-san-gregorio-armeno-napoli-640x426«Gli ambulanti possono montare serenamente le loro attrezzature senza alcun timore»: aveva dichiarato nei giorni scorsi l’assessore alle Attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini in merito alle polemiche per la preparazione della Fiera natalizia a San Gregorio Armeno che sarà inaugurata domenica 15 novembre alla presenza del sindaco Luigi de Magistris e di padre Alex Zanotelli.

Gli ambulanti lamentano i ritardi dell’amministrazione nel fare giungere le autorizzazioni, ma l’assessore li aveva rassicurati: «Gli ambulanti potevano montare le loro attrezzature già da lunedì scorso – ha dichiarato Panini – e, se corrispondono al progetto che hanno presentato al Comune, saranno esentati completamente dal pagamento del tributo per l’occupazione di suolo pubblico». Rispetto alla polemica sui ritardi per le autorizzazioni, l’assessore spiega che «la delibera era pronta ma siamo di fronte a un’innovazione importante che ci ha portato via un po’ di tempo, ma ci siamo mossi in coerenza con la data del 15 novembre individuata in sinergia con gli artigiani e l’associazione Corpo di Napoli».

Per l’inaugurazione della Fiera saranno pronte anche le luminarie che saranno incentrate su personaggi che hanno caratterizzato la storia di Napoli e sul tema dell’acqua pubblica a cui è stata ‘dedicata’ l’esposizione presepiale.

Stamani è ufficialmente giunto l’accordo tra tutte le parti, suggellato dalla firma sulle delibere dell’assessore Enrico Panini e domenica ci sarà il consueto taglio del nastro con il quale si darà il via libera alla fiera dei presepi di San Gregorio Armeno e San Biagio dei librai. La novità è che per la prima volta la kermesse sarà dedicata anche ad un altro tema, oltre al classico e consueto clima peculiare del Natale.

La rinomata fiera natalizia partenopea, infatti, quest’anno sorgerà e vivrà nel segno dell’acqua pubblica, in quanto Napoli è al momento l’unica grande città italiana che ha tenuto fede al mandato referendario del giugno 2011 ovvero il no alla privatizzazione dei servizi idrici. A battezzare la fiera sarà non a caso padre Alex Zanotelli, noto per le sue battaglia sull’acqua pubblica.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)