Il nuovo modo di leggere Napoli

Pompei: denunciate 5 prostitute e un cliente

di / 1 Commento / 840 Visite / 14 novembre, 2015

Prostituzione:controlli a Roma, 4 arresti e 120 identificatiSacro e profano si mescolano a Pompei. Durante un servizio antiprostituzione, sono stati beccati dai carabinieri, una prostituta ed un cliente intenti in atti osceni lungo le strade cittadine. Scattate nell’immediato le procedure di denuncia a carico delle numerose “lucciole” che popolano la zona degli scavi e del Santuario di Pompei.

Le lavoratrici della notte, di preciso 4 meretrici con foglio di via obbligatorio, sono state coinvolte nell’operazione. A seguito del blitz, è stato proposto il foglio di via per altre dodici donne.

Alle “lucciole” che operano ad ogni ora del giorno e della notte, confondendosi tra i turisti cittadini, sono state contestate circa 400 sanzioni amministrative per un totale di 200mila euro, a seguito di violazione dell’ordinanza sindacale.

 

Un Commento

  1. Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    Inoltre, il Foglio di Via Obbligatorio può essere emanato solamente nei confronti delle persone sospettate di essere pericolose per la pubblica sicurezza e non per quelle contro la pubblica moralità come le prostitute stradali e non, come deciso dalle Sentenze della Cassazione n. 51062/2013, 38701/2014, 302/2015, 5679/2015, 6872/2015, 10593/2015, 11859/2015 e 40883/2015.

    Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)