Il nuovo modo di leggere Napoli

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: SHOW A CORIGLIANO

di / 0 Commenti / 41 Visite / 11 gennaio, 2016

de bailDue vittorie in cinque giorni e sette punti in quattro partite nel girone di ritorno (più il pari interno con la Luparense all’ultima di andata). Sono questi i numeri della riscossa firmata Lollo Caffè Napoli. Nella sfida del PalaBrillia di Corigliano, i ragazzi di Cipolla chiudono la pratica già nel primo tempo, grazie ad un approccio alla partita di straordinaria intensità. Finisce 8-2, con la tripletta di De Bail, la doppietta di Pedrito e le reti di Vega, Bolo e Bico. Gli azzurri scavalcano la Lazio ed avvicinano il Corigliano a meno tre. Sabato, in casa col Latina, altro set point per continuare a credere nell’impresa salvezza.

 

LA CRONACA

Mister Cipolla torna (quasi) a casa e lascia fuori dalle rotazioni Javi Rodriguez, inserendo nella line up iniziale Rotella, Bico, Bolo, Vega e Pedrito. Pronti, via e gli azzurri partono fortissimo, contro un Corigliano che appare in netta crisi dopo lo stupefacente avvio di campionato. Bastano poco più di 100 secondi per sbloccare la partita. Ci pensa Pedrito che con un sinistro affilato buca le gambe di Tornatore. Passano appena trenta secondi e il Napoli raddoppia. Su azione da angolo, Vega scappa via dal traffico dell’area piccola e con un destro preciso non lascia scampo al portiere locale. Il Corigliano è scosso e pare già al tappeto. Gli azzurri non allentano la presa e continuano a costruire occasioni in quantità industriale, soprattutto sulle palle da fermo, che i padroni di casa leggono sempre in ritardo. Su una di queste (sempre da calcio d’angolo) è Bolo a ribadire in rete, di testa, dopo un mezzo miracolo di Tornatore. Non è ancora scoccato il sesto di gioco, ma il Napoli è già in totale controllo del match. A pochi passi dal 10’ arriva anche il poker, opera di De Bail che sfrutta un intercetto di Milucci, riceve palla e ritrova il gol dopo un po’ di tempo, con un’esultanza che la dice tutta sulla voglia di segnare del brasiliano. Un minuto dopo la flebile reazione dei locali porta al gol di Gedson, ma il fuoco diventa fiammella quando Fornari lancia Bico in ripartenza e il vice capitano azzurro mette a referto il gol del momentaneo 1-5. Mister Toscano, tecnico dei calabresi, prova già la mossa della disperazione a sei minuti dalla fine col portiere di movimento. Anche con l’uomo in più in fase di non possesso, però, il Napoli è superiore e De Bail trova con la porta sguarnita la rete dell’1-6, che archivia la pratica con un tempo di anticipo.

Nella ripresa gli azzurri devono limitarsi ad amministrare il cospicuo vantaggio, ma gli uomini di Cipolla sono ingolositi dalla possibilità di aumentare lo score personale. Ha tanta fame Pedrito che si incarica della battuta della prima punizione utile e buca il portiere locale per la doppietta personale ed il sesto gol in campionato. Il tecnico napoletano concede spazio a tutta la panchina, con Botteghin e la stellina Molaro pronti a dare il loro contributo. Gedson prova a salvare almeno l’onore dei coriglianesi con la rete del 2-7 ma De Bail, ancora lui, chiude il discorso con la tripletta a quattro minuti dalla fine. Rivede finalmente il campo anche Massafra, che nel finale dà il cambio a Rotella e scrive la parola fine ad un periodo sfortunato, costellato di infortuni.

 

SALA STAMPA

Approccio giusto – l’esordio di mister Cipolla è questo – oggi siamo scesi in campo subito bene, cominciando dall’intensità del riscaldamento. Sapevamo di dover partire forte, perché sbloccandola subito avremmo avuto la strada in discesa e così è stato. Molto bene tutti, anche sulle palle inattive. Ne avevamo preparata una ad hoc per questa partita e l’abbiamo tramutata in gol. Rispetto alla partita con la Lazio abbiamo concretizzato di più e questo ci ha permesso di incanalare la gara sui binari giusti. Il merito di questa vittoria va condiviso col mio staff e con tutti quelli che sono scesi in campo. Anche con Javi, che oggi è rimasto fuori dai 12 ma ha gioito come e più degli altri alla fine. Questo mi fa piacere perché è l’ennesima conferma che il gruppo è solido e tutti guardano nella stessa direzione. La classifica? La vittoria di oggi è importante, perché ci permette di essere in vantaggio sugli scontri diretti con Corigliano e Lazio, che attualmente sono le nostre avversarie nella lotta salvezza. Da stasera non siamo più ultimi ma non abbiamo ancora fatto niente. Per prolungare questa serie positiva e continuare a credere nella salvezza diretta, dobbiamo continuare a lavorare con la testa giusta e preparare già da subito la partita col Latina. Una dedica? Oggi giocavo quasi in casa ed era il compleanno di mia madre. La dedica non può che essere per lei”.

 

CORIGLIANO FUTSAL-LOLLO CAFFÈ NAPOLI 2-8 (1-6 p.t.) CORIGLIANO FUTSAL: Tornatore, De Luca, Schiavelli, Lemine, Dentini, Gedson, Trovato, Delpizzo, Thiago Resner, Tres, Barilari, Vangieri. All. Toscano LOLLO CAFFÈ NAPOLI: Rotella, Pedro Toro, Bico, Bolo, Vega, Botta, Fornari, Milucci, De Bail, Botteghin, Molaro, Massafra. All. Cipolla MARCATORI: 1’47’’ p.t. Pedro Toro (N), 2’20’’ Vega (N), 5’37’’ Bolo (N), 9’49’’ De Bail (N), 11’17’’ Gedson (C), 12’33’’ Bico (N), 16’07’’ De Bail (N), 2’06’’ s.t. Pedro Toro (N), 12’38’’ Gedson (C), 15’53’’ De Bail (N) AMMONITI: Gedson (C), Pedro Toro (N), Schiavelli (C), De Luca (C), Dentini (C) ARBITRI: Daniele Ferretti (Roma 1), Ruggiero Chiariello (Barletta) CRONO: Gennaro Cefalà (Lamezia Terme)

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)