Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Al via la costruzione del primo canile comunale a Miano

by / 1 Comment / 390 View / 27 febbraio, 2016

canile-1024x723Il Comune di Napoli si doterà per la prima volta di un canile comunale, con tecnologia moderna e con box di ultima generazione dotati di impianti confortevoli per l’ospitalità dei cani. È stata infatti approvata dalla giunta, su proposta del Vice Sindaco Raffaele Del Giudice, la delibera che riavvia i lavori di costruzione del canile municipale in via Janfolla il cui progetto era bloccato dal 2002.

La costruzione di un canile municipale, oltre che rappresentare un obbligo di legge, (L.R. n. 16 del 24 novembre 2001 art. 6), rappresenta per quest’Amministrazione un atto di buona gestione che permette di risparmiare la spesa annualmente sostenuta per il mantenimento dei cani e di sbloccare un cantiere fermo da anni.

canile-comunale-miano-700x311

Il canile municipale, il cui progetto è stato seguito oltre che dai tecnici del Comune di Napoli anche dai tecnici dei Servizi Veterinari dell’ASL Napoli 1 Centro, sarà realizzato in un’area di proprietà comunale sita in località Santa Maria delle Grazie a Miano, tra via Janfolla e via nuova Dietro la Vigna.

Il canile sarà dotato di strutture di accoglienza per i cani di nuova tecnologia e conformi a norme tecniche e requisiti generali. Tali elementi strutturali, sono gruppi modulari di Box per il ricovero di cani, dotati di impianti idrici, elettrici, riscaldamento, oltre che idonee soluzioni tecniche atte a prevenire la diffusione di malattie infettive all’interno dell’impianto. Sono dotati inoltre di impianto di smaltimento delle acque meteoriche, di lavaggio dei liquami solidi e liquidi dei cani; impianti idrico ed elettrico per ogni gruppo modulare di box, completi di impianto di protezione e disinfestazione da insetti.

Il progetto prevede la costruzione di un totale di 37 box. Le strutture come sopra descritte hanno capacità di ospitalità minima di circa 100 animali di taglia grande con capienza estesa fino a circa 130/140 animali per taglie piccole e medie. I gruppi modulari di box presentano dimensioni differenziate, ciò consente una capacità di ospitalità elastica e meglio adattabile alle diverse esigenze.

n° 13 • Box delle dimensioni di 6,00 mq. circa così suddivisi:

> zona notte delle dimensioni di mt. 1,80 X 1,00 tot. Mq. 1,80
> zona giorno coperta e recintata di mt. 1,80 X 1,00 tot. Mq. 1,80
> zona giorno recintata e scoperta di mt. 1,80 X 1,50 tot. Mq. 2,80

n° 12 • Box delle dimensioni di 24,00 mq. circa così suddivisi:

> zona notte delle dimensioni di mt. 3,50 X 2,00 tot. Mq. 7,00
> zona giorno coperta e recintata di mt. 3,50 X 1,00 tot. Mq. 3,50
> zona giorno recintata e scoperta di mt. 3,50 X 4,00 tot. Mq. 14,00

n° 4 • Box delle dimensioni di 14,00 mq. circa così suddivisi

> zona notte delle dimensioni di mt. 2,00 X 2,00 tot. Mq. 4,00
> zona giorno coperta e recintata di mt. 2,5 X 1,00 tot. Mq. 2,00
> zona giorno recintata e scoperta di mt. 2,00 X 4,00 tot. Mq. 8,00

n° 8 • Box delle dimensioni di 18,00 mq. circa così suddivisi:

> zona notte delle dimensioni di mt. 2,60 X 2,00 tot. Mq. 5,20
> zona giorno coperta e recintata di mt. 2,6 X 1,00 tot. Mq. 2,60
> zona giorno recintata e scoperta di mt. 2,60 X 4,00 tot. Mq. 10,40

Piano interrato:

• deposito attrezzi e materiale di gestione;
• deposito mangimi/alimenti per cani e gatti;
• spogliatoio, servizi igienici e docce destinate agli operatori del canile;

1° Piano

• Reception con zona di attesa;
• uffici amministrativi;
• aula per formazione e/o incontri con cittadini o scolaresche;
• sala medica per visite veterinarie
• area accoglimento animali con adottante;
• ambiente per test comportamentali dei cani;
• ambiente per pet-therapy;
• area toelettatura per cani;
• spazio per servizio di guardiania diurna/ notturna;
• servizi Igienici per diversamente abili;
• servizi igienici con elementi igienicosanitari adeguati ai bisogni dei bambini.

Aree esterne

La struttura sarà dotata di un’area parcheggio antistante la struttura di servizio. Su tale area saranno realizzate delle aiuole perimetrali e aree sosta dedicate ai veicoli per persone diversamente abili.

Saranno previste due aree per la sgambatura degli animali opportunamente recintate e con una superficie calpestabile costituita da terreno vegetale compattato.
Non è prevista la realizzazione dell’ambulatorio veterinario, poiché tale compito è assolto dal vicinissimo ed attrezzatissimo presidio ospedaliero veterinario già attivo ed operante sul territorio, gestito direttamente dalla ASL Napoli 1 Centro.

Ad oggi la città di Napoli risulta essere uno dei Comuni più virtuosi della regione Campania e, congiuntamente alla ASL metropolitana e al CRIUV (centro di igiene urbana veterinaria), è impegnata nella realizzazione di una nuova tipologia di struttura canile definito “dinamico”:
– è un canile dove grazie a massicce politiche di adozione si assicura un turn over di cani ospitati molto elevato.

– è un canile che combatte il fenomeno dell’ingresso tout court dei cani in canile senza applicare politiche idonee per avviare i soggetti ritenuti idonei all’adozione.
– è un canile che combatte la carcerazione a vita dei cani mediante anche programmi di rieducazione e socializzazione dei soggetti più problematici (cani aggressivi) grazie al lavoro di medici veterinari comportamentalisti e educatori cinofili.
– è un canile che permette di contenere la spesa pubblica per il mantenimento dei cani in canile.

Un Commento

  1. Buongiorno, mi farebbe veramente molto piacere avere notizie su come candidarsi all’eventuale personale da inserire nell’organico di questo canile.

    ho un diploma di dirigente di comunità, ho una grande passione per gli animali e spiccato senso del problem solving.

    Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)