Il nuovo modo di leggere Napoli

Parte dalla Campania Felix il primo tour della bioconoscenza tra le più importanti aziende Bio italiane

di / 0 Commenti / 115 Visite / 22 aprile, 2016

La produzione di insalate bio (2)Partirà dalla Campania “Porte Aperte in campagna – Insieme per la Terra”, un tour nazionale alla scoperta delle aziende di produzione biologica e biodinamica più all’avanguardia del Paese. L’idea di EcorNaturaSì, il più grande gruppo italiano per la produzione biologica e biodinamica, nasce con l’obiettivo di agevolare l’incontro tra tutti gli attori del mondo del bio che hanno a cuore la salute della terra e dell’uomo e che vogliono sentirsi parte di una comunità per confrontarsi e per condividere le necessità l’uno dell’altro.

 

La prima tappa del viaggio italiano alla scoperta del Bio sarà domenica 24 aprile a partire dalle 10.30 a Santa Maria Capua Vetere, quella che una volta era la feconda Campania Felix, l’antica Capua dell’Impero Romano, e che oggi è una terra spesso maltrattata, ma che invece ha numerose realtà produttive di eccellenza nel settore dell’agricoltura. A partire dall’azienda Amico Bio, la prima delle quattro aziende italiane eccellenti ad ospitare “Porte Aperte in campagna – Insieme per la Terra”, e che con il grande centro di produzione agricola e il Bioresort de “La Colombaia” a Capua, il suo allevamento allo stato brado a Giano Vetusto del suino “Nero Casertano”, una razza millenaria oggi a rischio di estinzione, e il primo ristorante italiano in un sito archeologico all’Anfiteatro Campano, ha creato il più grande polo del Mezzogiorno nel settore della produzione biologica e biodinamica grazie ad una famiglia di imprenditori proprio sammaritani.

 

“Il tema dell’incontro è un confronto tra produttori, commercianti e consumatori sull’agricoltura, sull’alimentazione e in particolare sul giusto prezzo – spiega Fabio Brescacin, presidente di EcorNaturaSì – e crediamo che sia importante creare una comunità tra produttori, commercianti e consumatori che hanno a cuore la terra e la sua salute, che hanno a cuore la qualità del prodotto. È giusto quindi comprendere le necessità reciproche attraverso un incontro e un confronto. Venite a lavorare con noi”.

Quella di Santa Maria Capua Vetere sarà l’unica tappa meridionale di “Porte Aperte in campagna – Insieme per la Terra” che prima dell’estate toccherà Reggio Emilia il 15 maggio, Bereguardo nel pavese il 29 maggio e si chiuderà il 5 giugno a Cortellazzo, a due passi da Jesolo.

 

L’appuntamento (gratuito, con prenotazione online obbligatoria all’indirizzo web www.biopartecipa.it) è fissato per le ore 10.30 di domenica 24 aprile all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere dove la giornata all’insegna del bio inizierà con uno spettacolo teatrale della compagnia modenese “Koinè Teatro Sostenibile” che proporrà un’inedita corale sui temi della filiera della produzione biologica.

 

Poi la mattinata proseguirà dalle 12 all’azienda Amico Bio presso il Bio Resort “La Colombaia” di Capua con il trasferimento in navetta di tutti i partecipanti. Laboratori didattici per i bambini e workshop per gli adulti su coltivazione biodinamica, alimentazione biologica e salute animeranno la giornata Bio fino alle 17 con un intervallo per il pranzo al sacco e le degustazioni di prodotti biologici.

 

Alle 17 il rientro in navetta all’Anfiteatro Campano per un concerto conclusivo con le antiche tradizioni musicali dei bottari di Macerata Campania rivisitate dal “Pastellesse Sound Group”.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)