Il nuovo modo di leggere Napoli

Tu sì ‘na cosa grande, la più bella canzone del repertorio napoletano

di / 0 Commenti / 3549 Visite / 1 maggio, 2016

 

maxresdefaultE’ una delle canzoni d’amore più belle del repertorio napoletano. “Tu sì ‘na cosa grande”, vero e proprio capolavoro musicale, è entrata a far parte delle compilation di grandi artisti quali Roberto Murolo, Renato Zero, Sal Da Vinci, Nino D’Angelo e ancora Claudio Villa, Alex Baroni, Mina, Sergio Cammariere e molti altri.

Nata nel 1964 dalla collaborazione fra Domenico Modugno che ne scrisse la musica e Roberto Gigli, autore del testo, “Tu sì ‘na cosa grande” trionfa al Festival di Napoli con l’interpretazione dello stesso Modugno, in coppia con Ornella Vanoni, in una versione molto intensa di questo brano. Diventa subito uno degli ultimi successi della kermesse partenopea che nel tempo ha sfornato grandi tormentoni discografici.

Spopolando come brano internazionale, il pezzo è stato riadattato persino in versione flamenko. La canzone descrive un amore intenso, desiderato ed inseguito, che divampa e chiede voce alla controparte che invece tace un sentimento percepibile e non dichiarato.

Domenico Modugno, considerato il primo cantautore italiano del dopoguerra, ha composto questo testo all’apice della sua carriera e, avvezzo sia come compositore che come interprete al dialetto napoletano, ha abbracciato la chitarra regalando al panorama musicale internazionale un capolavoro fatto di note struggenti e delicate al contempo, che interpretano bene l’essenza dell’amore.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)