Il nuovo modo di leggere Napoli

Aggredito durante la sentenza Micheal Medison, il killer di Cleveland

di / 0 Commenti / 188 Visite / 4 giugno, 2016

 

medison

Anche dopo la sentenza del giudice Medison se la rideva. Un atteggiamento anomalo per un uomo che ha appena scoperto che sarà condannato a morte. Il suo volto diceva tante cose, traspiravano molti sentimenti, il pentimento non era tra questi. Rideva, di gusto come a sfidare tutti. Così il padre di una delle vittime, Van Terry, non ha resistito alla rabbia che gli montava dentro e ha aggredito il condannato.
Mentre le guardie del tribunale dell’Ohio lo trattenevano impedendogli di raggiungere Medison, quest’ultimo continuava a guardare il padre della vittima con aria di sfida, fissandolo negli occhi; impassibile nei confronti di un padre che davanti a quel comportamento è morto di nuovo.
Le indagini partite in seguito al ritrovamento di un cadavere il 19 Luglio del 2013 hanno riportato alla luce altri due corpi all’indomani della prima macabra scoperta.Tre giovani donne: Shirelda terry, Shetisha sheeley e Angela Deskins.
Medison le aveva strangolate e chiuse in buste di plastica nere. Dopo tre anni arriva la sentenza, esemplare, giustizia è fatta,. Il killer di Cleveland pagherà per i reati commessi. Chissà se scontando la sua pena continuerà a ridersela in quel modo beffardo.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)