Il nuovo modo di leggere Napoli

Il 26 e il 27 ottobre al teatro San Carlo di Napoli si festeggiano gli 80 anni di Carla Fracci

di / 0 Commenti / 163 Visite / 24 ottobre, 2016

1455189445-c-4-foto-1274141-imageFervono i preparativi al Teatro San Carlo di Napoli per festeggiare gli 80 anni della signora della danza italiana, Carla Fracci.

Sceglie proprio Napoli la storica ballerina, rappresentate italiana della danza all’estero, per le celebrazioni in occasione dei suoi 80 anni. L’unica e inimitabile ‘Giselle’ sarà protagonista di due serate all’interno dell’Autunno Danza, il 26 e 27 ottobre, intitolate “La musa della danza. Auguri Carla!”. Lo spettacolo del 26 andrà in scena alle ore 20:30, quello del 27 alle ore 16:00.

Una scelta che ha lasciato tutti a bocca aperta la sua, visto che il Teatro La Scala di Milano, sua città natale, è stata la scuola che l’ha cresciuta ed elevata a quello che è oggi.

“Credo di avere dato tanto a Milano. Ma in questo caso Napoli, dove ho danzato a lungo, è stata molto più generosa: mi festeggerà con due serate di gala al Teatro San Carlo il 26 e 27 ottobre”. Queste le parole della Fracci, che dal 1969 calca la scena del teatro di Napoli esibendosi nei pezzi di repertorio più amati e al contempo complicati della tradizione classica, Romeo e Giulietta, La signora delle Camelie, e ovviamente Giselle.

Moltissimi i titoli in programma che ripercorrono le tappe significative della sua carriera: Lo spettro della rosa, La bella addormentata, Stars and Stripes, La Silfide, Raymonda, L’adagio della rosa, Loop, Narciso, Black Stone, Carmina Burana e molti altri balletti interpretati dai giovani talenti del Teatro San Carlo e da importanti ospiti esterni, tra cui le star del New York City Ballet. Inoltre ci sarà una nuova rappresentazione, creata dal neo direttore della scuola di ballo Giuseppe Picone appositamente per l’occasione, intitolata Domani futuro di Giovinezza, che vedrà in scena la stessa Fracci, con regia del marito Beppe Menegatti.

Insomma, non manca nulla per rendere omaggio ad una vera icona e a un simbolo della storia della danza mondiale.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)