Il nuovo modo di leggere Napoli

Anno nuovo, investimenti nuovi: cosa porterà il 2017?

di / 1 Commento / 170 Visite / 10 gennaio, 2017

economia-finanza-1978 È sempre così: quando ci si lascia alle spalle un anno vecchio ed inizia uno nuovo è il momento buono per fare bilanci passati e, perché no, previsioni future. Non è solo un discorso morale, ma anche utilitaristico. Si parla infatti anche di investimenti visto che quello appena concluso è stato un anno che, in alcuni campi, ha iniziato a far segnare una timida ripresa. Il 2016 è stato caratterizzato da forti scossoni soprattutto in ambito borsistico; movimenti netti dovuti ad eventi politici e di attualità ben precisi che hanno reso difficile la vita per gli investitori. Anche per quelli fai da te che vedono il trading online come strumento principale da utilizzare. E per il 2017 cosa si prevede? Ne parliamo con i gestori di Osservatoriofinanza.it, esperti soprattutto di ciò che ruota intorno al mondo del trading online.

Il 2016 è stato un po’ l’anno del trading online?

“Per certi versi si, anche se in verità gli anni precedenti avevano comunque segnato una certa tendenza all’utilizzo di questo strumento. Comunque è innegabile che quello appena concluso sia stato un altro anno di consolidamento per tutto ciò che ruota intorno al trading online.”

Cosa occorre per iniziare a fare trading online?

“Prima di tutto preparazione. E quindi informazione. Non ci si può improvvisare trader. Nel nostro piccolo anche noi cerchiamo, all’interno del portale Osservatoriofinanza.it, di recensire le piattaforme da utilizzare; di fornire consigli operativi, quindi concreti e non aleatori, per chi volesse iniziare a investire in questo mondo; a fornire analisi e quant’altro possa essere di reale utilità.”

Cosa si prevede per il 2017 per chi investe nel trading online?

“Una previsione esatta ovviamente non si può fare. Diciamo che ci si auspica una maggiore stabilità a livello di economia globale così da facilitare anche chi opera nel mondo degli investimenti sul web. Da questo punto di vista dovrebbero esserci meno scossoni a livello politico. Che, come noto, vanno a influire direttamente anche sull’economia globale.”

E gli strumenti che andranno per la maggiore quali potrebbero essere?

“Siamo sempre lì, chi investe nel trading online si orienta prevalentemente verso due prodotti: il Forex; o le Opzioni Binarie. Il Forex è il mercato delle valute estere, ecco perché come dicevamo prima è fondamentale la situazione politica globale per poter investire su questo mercato. Le Opzioni Binarie sono un prodotto derivato di grande successo in rete, nel senso che gli utenti hanno dimostrato di apprezzarle parecchio anche in quanto strumento di trading più facile da utilizzare. Ovviamente entrambe queste soluzioni nascondono insidie e rischi sul capitale. Ma per chi opera nel settore degli investimenti, questo non sarà certo una novità.”

Un Commento

  1. IL TRADING NON E’ INVESTIMENTO (che al contrario è di medio e lungo termine) MA E’ SPECULAZIONE, UNA PRATICA CHE PROVOCA ATTACCAMENTO AL DENARO NELLA RICERCA SPECULATIVA DEL PROFITTO IN UN’ATTIVITÀ STERILE E IMPRODUTTIVA, COMPORTAMENTO NEGATIVO E DA EVITARSI PER LA MORALE RELIGIOSA.

    http://TRADINGONLINE-UN-PROBLEMA-MORALE.BLOGSPOT.IT/

    Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)