Il nuovo modo di leggere Napoli

Operazione “Strade Sicure” in Campania: l’impegno dell’esercito nella “terra dei fuochi”

di / 0 Commenti / 102 Visite / 31 marzo, 2017

Foto 2 - Rilievi su un sito di rifiuti illegale Nei giorni scorsi i militari del Raggruppamento Campania che operano nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure e Terra dei fuochi”, sono intervenuti in più occasioni per prevenire lo sversamento illegale di rifiuti e per segnalare la presenza di roghi nelle Province di Caserta e Napoli.

In un’area del Comune di Maddaloni (CE) i militari del 21° reggimento genio guastatori di Caserta, nell’ambito dell’attività di presidio del territorio, hanno proceduto al fermo e all’identificazione di due persone intente a sversare rifiuti provenienti da una ristrutturazione edilizia in un suolo pubblico. I militari hanno chiesto l’intervento della Polizia Municipale che, giunta sul posto, ha provveduto a far ripulire l’area e ad elevare una sanzione amministrativa nei confronti dei contraffattori.

Nel territorio comunale di Castel Volturno (CE) e di San Giuseppe Vesuviano (NA), altre persone sono state colte in flagrante nello sversamento illegale di rifiuti. In entrambe i casi gli autori del gesto sono stati fermati dai militari dell’Esercito e successivamente sanzionati dalle Forze di polizia locale.

A Casal di Principe (CE) ed a Castel Volturno (CE), in due distinte occasioni, i militari hanno rilevato la presenza di roghi di cumuli di rifiuti di notevoli dimensioni e sono intervenuti per mettere in sicurezza le aree interessate chiedendo l’intervento dei Vigili del Fuoco per lo spegnimento.

Nelle Province di Caserta e di Napoli i militari dell’Esercito concorrono, unitamente alle Forze di Polizia, al presidio del territorio in maniera ininterrotta per prevenire e contrastare i reati ambientali al fine di garantire un ambiente più sicuro per la popolazione.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)