Il nuovo modo di leggere Napoli

Grandi maestri pizzaioli autori delle prime 20 pizze del contest #pizzaUnesco

di / 0 Commenti / 294 Visite / 22 giugno, 2017

20giugnopizza-village-salvatore20170620_0082 Non solo i grandi pizzaioli campani ad aprire le registrazioni per la seconda edizione del contest internazionale #pizzaUnesco, ma anche caricamenti dalla Cina, dalla Norvegia, dal Marocco e dalla Colombia. Mysocialrecipe, l’unico sito mondiale di registrazione delle ricette ripropone il contest #pizzaUnesco per sostenere il riconoscimento dell’arte dei pizzaioli napoletani come patrimonio immateriale dell’Umanità. Ed eccoli i primi 20 partecipanti: Andres Agafonow con la pizza Bogotà (Bogotà-Colombia), Marco Amoriello con la Pizza senza glutine “Nota d’Autunno” (Moiano-Benevento), Vincenzo Capuano con la Percovina (Milano), Mostafa Chafik con la Maghreb (Casablanca-Marocco), Fabio Cristiano con la Plebiscito (Napoli), Isabella De Cham con la pizza fritta Posillipo (Napoli), Alessandro Dello Iacolo con la Alessandro’s pizza (Langesund-Norvegia), Paolo De Simone con una Cilentana ai grani antichi (Vallo della Lucania-Sa), Antonio Greco con una Margherita dentro (Napoli), Gianfranco Iervolino con La Polaccapizza aversana (Aversa), Alessio Lacco con la 4 Funk-Maggi (Texas- Stati Uniti), Carmine Paduano con la pizza All’ombra del Vesuvio (Napoli), Angela Palmieri con la Pizza fritta montanara bufala e datterini con pesto (Milano), Giuseppe Pignalosa con una Fiordì (Ercolano-Napoli), Pasqualino Rossi conLa marinara slow (Alvignano) Carlo Sammarco con la Fior’ di zucca e alici (Napoli), Diego Triboli – Year of the goat (Yunnan-Cina), Antonio Troncone con la Verneteca Sannita (Napoli), Beppe Vaccaro conRose Rosse (Isola della scala-Verona), Diego Vitagliano con La finta pizzaiola (Napoli).

La registrazione proseguirà per tutta l’estate fino all’11 settembre. Tra le novità del #pizzaUnesco contest anche le seguenti menzioni speciali assegnate dai partner di Mysocialrecipe: Migliore pizza per gli aspetti nutrizionali (a cura di Legambiente), Pizza Slow – migliore pizza per la territorialità (a cura di SlowFood), Pizza più letta sul web (a cura di Mysocialrecipe), Migliore pizza per l’originalità degli ingredienti (in collaborazione con La Federazione Italiana Cuochi), Miglior abbinamento Vino – Pizza (a cura dell’Associazione Italiana Sommelier), Migliore Pizza per l’impasto (a cura di Ferrarelle), La pizza è anche fritta (a cura della rivista Italia a Tavola). #pizzaUnesco contest è la più grande kermesse che coinvolge il mondo della pizza nel web, ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle politiche agricole e forestali, Regione Campania, Comune di Napoli, Città Metropolitana, Legambiente, Fondazione Univerde, Associazione Italiana Sommelier e EcoMuseo della dieta Mediterranea di Pioppi, ed è sostenuta da main sponsor prestigiosi quali Ferrarelle, La Fiammante, Molino Caputo, Olitalia, Sorì e da sponsor autorevoli come il Consorzio del Parmigiano Reggiano. Tra gli sponsor della fase live Event Planet Food, Fondazione Birra Moretti, Gi.Metal e Scugnizzo Napoletano.

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)