Il nuovo modo di leggere Napoli

Audi Cup: Napoli-Atletico Madrid finisce 1-2. Milik sbaglia un rigore

di / 0 Commenti / 41 Visite / 1 agosto, 2017

audicup-kq2d-u46050245171021rbg-1224x916corrieremezzogiorno-web-mezzogiorno-593x443Finisce 2-1 per l’Atletico Madrid la prima gara internazionale del Napoli di Sarri targato 2017/2018.

Due distrazioni della difesa valgono la sconfitta contro l’Atletico Madrid, nella prima semifinale dell’Audi Cup.

Capitolano gli azzurri, pur avendo trovato il vantaggio con un gran gol di Callejon, pronto a girare a volo il cross perfetto di Ghoulam. Una prodezza vanificata dal calo sopraggiunto nel finale.

Mertens in panchina, Milik centrale d’attacco: queste le novità più eclatanti esibite dalla formazione mandata in campo da Sarri.

Tanto possesso, ma poche conclusioni da parte degli azzurri, anche perché la difesa dell’Atletico Madrid lascia pochi spazi. Non sta a guardare, in ogni modo, il collettivo di Simeone. Anzi, ci vuole un grande Reina per respingere il colpo di testa di Griezmann, sul cross di Felipe Luis, e per ribattere il secondo tentativo di tacco di Gaitan.

Le ripartenze del Napoli creano apprensione nella retroguardia dei madrileni. E al 33’, Sabic è costretto ad agganciare il piede di Callejon, spintosi in avanti per tentare la deviazione sul cross di Ghoulam: rigore, ineccepibile. Alla battuta ci va Milik, ma la conclusione gli viene respinta da Oblak. Il quale si ripete allo scadere del tempo su un tiro a rientrare di Insigne con la deviazione in angolo.

In avvio di ripresa, il Napoli trova subito il gol. L’azione è tutta di prima, col pallone che arriva sulla velocità di Ghoulam, il migliore: il cross dell’algerino è un piccola perla, resa ancora più bella dalla conclusione al volo di Callejon per il vantaggio napoletano. Poco prima del 20′, Sarri inserisce Mertens, Ounas, Zielinski, Rog e Kouliobaly, ma è ancora Ghoulam a sfiorare il raddoppio (23’) con una gran botta di sinistro sulla quale Oblac si supera respingendo.

Il meglio lo riserva nella parte finale, l’Atletico Madrid con l’uno-due che stende il Napoli, ancora una volta vittima delle distrazioni difensive. Sul pareggio di Torres (28’) e sul gol vincente di Vietto(36’) entrambi gli attaccanti si sono ritrovati soli, liberi di concludere a rete.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)