Il nuovo modo di leggere Napoli

24enne morta dopo lite con l’ex nel napoletano: accusato di omicidio colposo, la madre della giovane tenta il suicidio

di / 0 Commenti / 3165 Visite / 9 settembre, 2017

20842020_10213778405844459_7905025624308818933_n20258187_10213575035760334_5646634989229207338_nUna storia che ha lasciato sbigottiti non solo amici e parenti della giovane Alessandra Madonna, morta all’età di 24 anni per correre dietro ad un amore finito, nel vero senso del termine.
La ragazza era originaria di Melito, mentre il tragico epilogo si è consumato in strada, lo scorso venerdì 8 settembre, nel vicino comune di Mugnano. Un amore finito da tempo, quello tra lei e Giuseppe Varriale, contraddistinto da una serie di lunghi e dolorosi tira e molla, quindi la giovane aveva chiesto un’ultima spiegazione all’ex. Una storia che si era interrotta bruscamente e, probabilmente, Alessandra, non riusciva ad accettare la fine di quella storia. Così i due si sono incontrati in via Pavese a Mugnano di Napoli per confrontarsi. Forse Alessandra, come tutte le donne innamorate, cercava uno spiraglio al quale agggrappare una speranza che innescasse il ritorno di fiamma e, invece, quell’incontro ha avuto un esito tanto tragico quanto imprevedibile per la giovane.
I carabinieri lavorano per far luce sulla vicenda e sulle circostanze in cui è maturata la morte della ragazza che 20264551_10213575063761034_8366112875314580994_n21462538_10211577633214786_6951412849563512980_nsecondo la prima ricostruzione si è aggrappata allo sportello dell’auto guidata dall’uomo ed è stata trascinata lungo un tratto di strada. Poi è caduta a terra, priva di sensi. L’ex, Giuseppe Varriale, dapprima accusato di lesioni gravi, adesso dovrà rispondere di omicidio volontario.
Alessandra era una ragazza bella, solare, piena di vita e innamorata della vita. Ballerina di professione, era appena tornata da un viaggio a Cuba. I profili social della ragazza sono stati subito inondati di messaggi di amici e conoscenti, increduli e sconvolti dall’accaduto, che l’hanno ricordata propoendo foto e video che la ritraevano mentre ballava e durante le tante serate in discoteca che la giovane amava trascorrere insieme ai suoi amici.
La 24enne è figlia di un noto pasticciere di Napoli, titolare della nota caffetteria Bellavita in corso Garibaldi.

17201286_10212181923693403_8421650327711553403_nIl pm Palmieri, procura di Napoli Nord ritiene che non si tratti di un tragico incidente tale da far scattare l’ipotesi di omicidio colposo (ovvero non determinato da volontà di nuocere) ma bensì di una vicenda maturata in un quadro in cui il 24enne, titolare di una attività di e-commerce, sarebbe anzi stato consapevole di quanto stava avvenendo e dei19030397_10213111526212885_1455115717821121297_n rischi conseguenti la lite.
E non è tutto.
La mamma di Alessandra Madonna, quando ha appreso quanto è accaduto alla figlia, ha tentato il suicidio.
In una strada di Varcaturo, chiusa in auto, ha provato ad utilizzare una bombola da cucina per togliersi la vita: una coppia l’ha notata, ha rotto il vetro e l’ha salvata. La donna è in ospedale e non è in pericolo di vita.
Trasferita dal nosocomio di Giugliano all’ospedale La Schiana di 17203054_10212211892522605_8426985959484507602_nPozzuoli la mamma della ragazza, Olimpia, 50 anni, che subito dopo la tragica notizia ha tentato di togliersi la vita respirando gas in una autovettura non è in pericolo di vita, ma viene tenuta sotto controllo e sedata in queste ore così difficili.
Gli sforzi degli inquirenti, che hann ascoltato amici e conoscenti della coppia, sono tutti concentrati in un’unica direzione, volta a far luce sul rapporto che intercorreva tra i due e quindi indagano per scoprire se tra i due si fossero registrate in passato liti violente e concitate e soprattutto intendono chiarire se il giovane ha messo in moto la vettura per procurare la morte della ragazza o se si è trattato di un tragico incidente.
Il 24enne sostiene che era la sua ex a non rassegnarsi alla fine dell’amore iniziato nel 2012 e con vari tira e molla. Le amiche di Alessandra invece sostengono che l’uomo non fosse poi così limpido, tranquillo e pacato.
Intanto si attende l’esame autoptico sul corpo della ragazza per poter liberare la salma e dar luogo ai funerali. Il Comune di Melito ha annunciato un giorno di lutto cittadino.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)