Il nuovo modo di leggere Napoli

Da venerdì 27 ottobre, la stazione metropolitana di Gianturco ospita la mostra fotografica “Wild Facts”

di / 0 Commenti / 87 Visite / 24 ottobre, 2017

isVenerdì 27 Ottobre 2017 h.18.30, presso la Stazione della Metropolitana di Gianturco a Napoli, si terrà la presentazione del progetto di autoedizione indipendente WILD FACTS e del libro ISTANBUL esposto al Centro Italiano della Fotografia d’Autore, opera del fotografo Emanuele Di Cesare.

Si tratta di un’insolita mostra fotografica con foto di Istanbul e vari scatti delle mostre Urban Facts, opera del fotografo Emanuele Di Cesare che più volte e in più città ha realizzato mostre a cielo aperto sui muri delle metropoli. Partito da Napoli il progetto ha raggiunto Istanbul, Bogotà e Tegucigalpa raccontando storie di Napoli in giro per il mondo ed esperienze di viaggio sui muri di Napoli.

Emanuele Di Cesare sa che è un “ragazzone” nel cui animo albergano valori forti e chiari: la semplicità delle cose, la lealtà tra gli uomini, l’essenza pura dell’esistenza umana, valori coniugati con una curiosità per le cose del mondo disarmante e complessa insieme, tale da spingerlo in una sorta di perenne viaggio, alla ricerca di se stesso e degli altri, in ogni latitudine della terra, in ogni angolo umano, in ogni sentiero e dettaglio di vita i suoi occhi sono spesso soggiogati da una sorta di incanto per le cose del mondo, sentimento che lo induce, con incessante e rinnovata passione, ad una attenta ricerca sulle storie e le vite che animano il mondo e, dunque, diventa avvincente e irrinunciabile la dimensione del viaggio, la magia della scoperta, indagando sui luoghi, su singoli e spesso trascurati dettagli, su inusitate forme e colori, sulle “tracce” che l’uomo lascia dietro di sé, tracce che ne rivelano i sentimenti, i comportamenti, l’esistenza ultima è con questo spirito che Emanuele ha attraversato Istanbul, di cui ci propone non un reportage documentale quanto piuttosto un diario di storie e di sentimenti umani, condensati in immagini dal grande impatto emotivo, istantanee di momenti quotidiani, intensi e rari insieme, catturati sempre con estrema delicatezza e rispetto, come le donne musulmane che si aggirano nei cortili delle moschee, dai cui abiti scuri traspare una sorta di stupefacente candore interiore che abbaglia, che incanta, che lascia stupiti ed infine queste fotografie, questi “wild facts”, vengono affisse dall’autore per le strade del mondo, su anonime pareti al cospetto di viandanti e frettolosi passanti, come in una ruota esistenziale, le immagini del mondo ritornano al mondo, diventando “urban facts”, quasi a ritrovare la loro primordiale natura, per ricominciare a viaggiare nelle menti di chi li osserva e qui, grazie a Flegrea PHOTO, vengono riproposte per essere viste con occhi nuovi, per stupire ancora, per raccontare, per condividere sentimenti ed emozioni.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)