Il nuovo modo di leggere Napoli

2 gennaio 1984: agguato contro affiliato al clan di Cutolo ad Ottaviano, ucciso bambino di 2 anni

di / 0 Commenti / 1587 Visite / 2 gennaio, 2018

ottaviano01Ottaviano (Napoli), 2 gennaio 1984 – Silvio Iervolino è un bambino di appena due anni. Tre anni li avrebbe compiuti a maggio, ma quel giorno rimane vittima della feroce legge della vendetta camorristica, quella che non fa sconti e che non risparmia la vita nemmeno ai bambini.

La colpa di quel bambino di due anni è il cognome che porta: è il nipotino di un pregiudicato proposto per la sorveglianza speciale e noto come affiliato all’organizzazione criminale di Raffaele Cutolo.
Silvio è insieme allo zio quando i killer decidono di entrare in azione per ucciderlo ed è rimasto inevitabilmente travolto dalla stessa pioggia di proiettili che hanno gravemente ferito lo zio durante un agguato di un clan rivale.
Tanto basta, nelle terre di camorra, per morire a due anni.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)