Il nuovo modo di leggere Napoli

I panificatori campani rivendicano il riconoscimento della loro arte come patrimonio Unesco

di / 0 Commenti / 72 Visite / 14 gennaio, 2018

21557779_1481617811914872_2884124191299510356_nDopo la consacrazione dell’arte del pizzaiolo napoletano come patrimonio immateriale dell’umanità, i panificatori salgono in cattedra e rivendicano lo stesso riconoscimento.

L’associazione dei panificatori campani Unipan guidata da Mimmo Filosa ha formalizzato tramite il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, la proposta per la candidatura a patrimonio Unesco dell’arte dei panificatori napoletani che sarà proposta alla Giunta regionale guidata dal Presidente De Luca per chiedere al Governo nazionale di proporla come patrimonio Unesco.

“Se Macron si sta attivando per far riconoscere la ‘baguette’, – ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – con tutto il rispetto, la tradizione partenopea non ha eguali al mondo sia per la bontà dei prodotti della panificazione che per l’immenso patrimonio storico e culturale legato a quest’arte e merita di giocarsi fino in fondo la chance del riconoscimento Unesco. Sono già mobilitati centinaia di panificatori, professori ed esperti per supportare tecnicamente e scientificamente la proposta”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)