Il nuovo modo di leggere Napoli

Napoli-Spal: azzurri in campo alle 15 per archiviare la delusione in Europa League

di / 0 Commenti / 43 Visite / 17 febbraio, 2018

untitled Il Napoli torna in campo dopo la disfatta Europea. Il Lipsia vince al San Paolo per 3-1 nell’andata dei sedicesimi di Europa League. La nota positiva per gli azzurri è il gol di Ounas, che battezza a Fuorigrotta la sua prima rete ufficiale. Per un’ora abbondante il Napoli è in partita, passa per primo, resiste sul pari, combatte e contiene l’irruenza tedesca. Poi però il Lipsia nell’ultimo quarto d’ora fa la differenza con una doppietta di Timo Werner, talento teutonico e centravanti della Nazionale. Il ritorno sarà tra una settimana al Red Bull Arena.

Archiviata la delusione è tempo di Napoli-Spal.
Nella sfida al San Paolo contro la Spal sono pronti a ritornare immediatamente in pista tutti i titolarissimi, risparmiati ancora una volta in coppa proprio in vista dell’appuntamento domenicale. I rientri più attesi e importanti sono quelli di Albiol in difesa, di Allan e Jorginho a centrocampo e soprattutto di Mertens in attacco. La capolista ritrova in sostanza la sua spina dorsale, di cui si era sentita parecchio la mancanza nella deludente esibizione internazionale.

In campionato si rivedrà invece il Napoli migliore, capace finora di conquistare ben 63 punti in appena 24 giornate, con un bottino di 20 vittorie (le ultime 8 consecutive), 3 pareggi e solo un ko (con la Juve). Ma sono pronti a rispondere presenti all’appello pure i tifosi, che a loro volta avevano snobbato a metà settimana l’appuntamento con l’Europa League. Per la sfida pomeridiana contro la Spal sono invece annunciati sulle tribune del San Paolo almeno in 35 mila, nonostante si tratti sulla carta di una partita non proprio di cartello.

La doverosa scelta di Sarri di ripristinare il ritiro della vigilia, cancellato prima della gara contro il Lipsia, è tuttavia un richiamo molto significativo alla massima concentrazione: per i suoi giocatori e di riflesso per tutto l’ambiente. A 14 giornate dalla fine del torneo, del resto, ogni passo falso può essere decisivo e ogni successo può al contrario avvicinare la capolista al sogno tricolore. Allo stadio ci sarà anche Aurelio De Laurentiis, che ha avallato silenziosamente la scelta di allenatore e squadra di puntare tutto sulla volata per lo scudetto. Il presidente spera che al gruppo possa aggiungersi al più presto il polacco Milik, che si infortunò nel match di andata con la formazione di Semplici (il 25 settembre scorso) ed è ormai vicino al rientro.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)