Il nuovo modo di leggere Napoli

Juventus-Napoli: 0-1, un gol di Koulibaly al 90′ porta gli azzurri a -1 dai bianconeri

di / 0 Commenti / 25 Visite / 22 aprile, 2018

31171332_10212946696876632_1724928822500917248_nUn gol di testa di Koulibaly che al 90′ su corner battuto da Callejon viola la porta di Buffon e riapre il campionato. A quattro partite dalla fine, la squadra di Sarri si riporta a un solo punto dalla Juventus.

Vincere per alimentare il sogno scudetto: questa l’unica opzione possibile per gli azzurri giunti a Torino per affrontare la capolista e la squadra di Sarri ha centrato appieno l’obiettivo.

Il colpo di testa di Koulibaly al 90′ vale tre punti per il Napoli che adesso è separato solo da un punto dalla Juventus, quando mancano quattro giornate dalla fine.

La squadra di Sarri le ha provate tutte per conquistare i tre punti, nel primo e nel secondo tempo. I bianconeri, costretti quasi sempre sulla difensiva, hanno avuto l’occasione più importante con un palo colpito da Pjanic al 17′. Nella ripresa, Sarri ha inserito Milik al posto di Mertens, ma il risultato sembrava bloccato grazie anche a due importanti parate di Buffon.

Al 90′, il colpo di testa del difensore azzurro che è svettato su tutti e ha riaperto il campionato.

Il Napoli fa la partita e raccoglie tre punti che rendono ancora più avvincente questo finale di stagione sfatando anche il tabù dello Stadium dove i partenopei non avevano mai vinto.

Festa grande a Napoli dove il triplice fischio finale è stato accolto con fuochi d’artificio, cortei, sirene spiegate, gente in strada in tutti i quartieri della città.

“Noi abbiamo sempre creduto nello scudetto dobbiamo continuare così e crederci fino alla fine”. Koulibaly commenta così, a fine partita, la vittoria contro la Juve che ha permesso al Napoli di rifarsi sotto nella corsa scudetto. Il gol partita è del difensore: “Vincere qui era una missione praticamente impossibile – aggiunge ai microfoni di Sky – possiamo essere felici perché abbiamo giocato contro una squadra importante che in casa non perdeva da tanto”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)