Il nuovo modo di leggere Napoli

Di quale ventilatore industriale hai bisogno?

di / 0 Commenti / 146 Visite / 26 novembre, 2018

maxresdefaultI ventilatori di uso generale utilizzano i materiali e i componenti meno costosi e sono progettati per i mercati commerciali residenziali o leggeri. Questi ventilatori sono utilizzati nelle case che necessitano di piccoli sistemi di ventilazione.

In maniera differente i ventilatori industriali (approfondisci il tema dell’assistenza per i ventilatori industriali su Ventilazione Sicura) sono progettati con materiali e componenti più pesanti per poter soddisfare requisiti ambientali più rigorosi, essere attivi per lungo tempo e sostenere un maggiore flusso d’aria e pressione.

Tra i vari modelli, i ventilatori a pale rovesce, sono i più efficienti ed è comune che i sistemi di grandi dimensioni utilizzino generalmente ventole a pale rovesce per un minore consumo energetico. Le tipologie di ventilatori e soffiatori vengono classificate tra ventilatori industriali, aspiratori industriali, ventilatori di scarico, ventole di raffreddamento industriale, scarico ventilatori industriali, ventilatori industriali, industriali centrifughi.

Il ventilatore “industriale” ha una costruzione più consistente per soddisfare le esigenze industriali, per questo è previsto l’impiego di materiali più resistenti, alberi più grandi, cuscinetti con maggiore durata, maggiore resistenza alle alte temperature, materiali resistenti alla corrosione.

Ecco di seguito le caratteristiche di due tipi di ventilatori: ventilatori centrifughi e ventilatori assiali

I ventilatori centrifughi utilizzano uno dei sette tipi di ruote che sono racchiusi in un alloggiamento. L’aria entra nella girante attraverso l’ingresso dell’alloggiamento, ruota di 90 gradi, viene accelerata radialmente ed esce dall’alloggiamento del ventilatore.

I ventilatori assiali utilizzano un’elica, con due o più pale, per spostare l’aria in direzione assiale attraverso un alloggiamento cilindrico o un pannello. Sono utilizzati per lo scarico della cabina di verniciatura, dei fumi di saldatura, per il processo di raffreddamento dei macchinari, dei sistemi e del personale nelle aree di lavoro calde.

La ventola industriale giusta deve rispondere alle necessità del caso, che richiede funzioni e caratteristiche in grado di consentire l’areazione ottimale dello stabilimento e dei processi industriali. Principalmente questi ventilatori costituiti da acciaio inossidabile devono essere ATEX, provvisti di protezione antideflagrante, soprattutto nelle situazioni che esigono tale caratteristica.

Cos’è ATEX? Prima di approfondire ATEX è importante sapere cosa solo le atmosfere esplosive.
Cos’è un’atmosfera esplosiva? Un’atmosfera esplosiva è in definitiva una miscela di sostanze pericolose con l’aria, in queste condizioni atmosferiche, dove si mescolano gas, vapori, nebbia o polvere, basta poco per propagare una combustione.

Dove si possono trovare atmosfere esplosive? Sono molti i luoghi di lavoro che possono contenere o avere attività lavorative che creano e rilasciano gas o vapori infiammabili, come spruzzatura di vernici per veicoli, oppure ci sono luoghi di lavoro che trattano polveri organiche fini come farina di grano o il legno, tutte situazioni che possono generare atmosfere potenzialmente esplosive.

Le esplosioni possono causare la morte di persone, lesioni gravi e danni significativi. Le atmosfere esplosive sul posto di lavoro possono essere causate da gas infiammabili, nebbie o vapori o polveri combustibili. Se c’è una importante quantità di sostanza mescolata con l’aria, basta una semplice scintilla per causare un’esplosione.
Per prevenire il rilascio di sostanze pericolose, che possono causare atmosfere esplosive, e impedire l’innesco delle fonti di ignizione è necessario l’utilizzo dell’attrezzatura corretta. Le normative del 2002, sulle sostanze pericolose e le atmosfere esplosive, impongono ai datori di lavoro l’obbligo di eliminare o controllare i rischi nei luoghi di lavoro.

Direttive ATEX

ATEX è il nome comunemente assegnato alle due direttive europee per il controllo delle atmosfere esplosive:

  • Direttiva 99/92 CE (“ATEX 137” o “Direttiva sul posto di lavoro ATEX”) prevede i requisiti minimi per la protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori che svolgono attività in ambienti potenzialmente a rischio di esplosioni. Il testo della direttiva e i relativi orientamenti prodotti dell’UE sono disponibili sul sito web dell’UE.
  • Direttiva 94/9 CE (“ATEX 95” o “direttiva ATEX sulle attrezzature”) regola le legislazioni in materia di equipaggiamenti e sistemi di protezione da utilizzare in ambienti potenzialmente a rischio di esplosioni. Il testo della direttiva e gli orientamenti di sostegno dell’UE sono disponibili sul sito web dell’UE.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)