Il nuovo modo di leggere Napoli

Cenone di capodanno: sempre più famiglie si affidano ai catering

di / 0 Commenti / 327 Visite / 27 dicembre, 2018

img-20181127-wa0006Superata la cena della viglia e il pranzo di Natale, la prima maratona enogastronomica è ormai archiviata ed è tempo di dedicarsi ai preparativi del gran cenone di fine anno.

Mentre in molti preferiscono puntare sulle strutture ristorative che oltre ad una ricca cena assicurano anche balli ed intrattenimento fino all’alba, sono ancora tante le famiglie legate alle tradizioni che non intendono rinunciare al classico cenone di capodanno da riprodurre tra le mura domestiche riunendo intorno alla tavola i propri cari.

Ragion per cui, le massaie a corto di idee o tutt’altro che intenzionate a trascorrere la notte più lunga dell’anno ai fornelli, scelgono di rivolgersi ad un catering.

E’necessario prenotare con largo anticipo, in quanto le richieste in questo periodo dell’anno sono davvero tante e si rischia di rimanere a bocca asciutta e a dover provvedere personalmente alla cena.  – spiega Flavia Caiazzo, proprietaria di “Flavours Catering” – Avvalersi di professionisti del settore vuol dire poter festeggiare senza stress e senza fare troppa fatica. Del resto, concedersi una pausa dai fornelli almeno una volta all’anno è più che giusto.”

Un catering nato di recente, con sede in via Salvo d’Acquisto 9/17 a San Giorgio a Cremano, ma che sta collezionando un numero enorme di feedback positivi. I clienti che hanno affidato a Flavours Catering i loro momenti speciali da festeggiare e ricordare, identificano nell’imbattibile rapporto qualità/prezzo il suo più autorevole punto di forza. Consapevoli dell’importanza della tradizione gastronomica legata alle festività natalizie, Flavia e sua madre Patrizia, un’espertissima cuoca, propongono ai clienti una serie di proposte utili ad allietare i loro banchetti, riducendo il lavoro delle addette ai fornelli, senza rinunciare ai piaceri della tradizione.

“Il cenone di Capodanno è certamente un momento piacevole da passare con i propri cari, – spiega Flavia Caiazzo – ma spesso è anche causa di stress, in quanto comporta, non solo la fatica di preparare il cibo necessario per soddisfare gli esigenti palati degli ospiti, ma anche il riordino della cucina e della sala in cui si tengono i festeggiamenti. Il risultato a cui si va incontro è quello di iniziare l’anno attanagliati dalla stanchezza. Del resto, lasciare le celebrazioni per rassettare non è la soluzione migliore, anzi può essere scambiata per vera e propria maleducazione.

Il catering è la soluzione migliore perché si occupa personalmente di tutto e una volta terminato il lavoro la casa rimane pulita e in ordine, senza dover passare il primo dell’anno a lavare e asciugare l’intero servizio di piatti. Ovviamente, chiamare dei professionisti per organizzare al meglio la notte di San Silvestro significa dover spendere del denaro, ma di certo il vantaggio di poter riposare durante tale festività e di godersela a pieno, non ha prezzo.

Il bello di noleggiare uno chef a domicilio o un catering sta anche nel poter soddisfare i propri ospiti con pietanze gustose e perfette per accontentare tutti i gusti, a Capodanno come per la cena di Natale. Infatti, quando si invitano a casa tante persone per cena, in un’occasione così speciale, il rischio è quello di dover cucinare per giorni per riuscire a far felici tutti gli invitati. Inoltre, non è escluso che vi siano persone allergiche a determinati ingredienti, dotate di diete alimentari ben precise,come vegetariani, vegani, o poco inclini a provare pietanze etniche e fuori dal comune.

Avvalendosi di esperti dei fornelli questo problema viene completamente risolto, in quanto è possibile concordare il menù per la serata in anticipo. In questo modo fare bella figura è davvero facile e permette di organizzare una festa elegante e di abbandonare qualunque tipo di preoccupazione.

In alternativa, presso il nostro punto vendita, è possibile prenotare tantissime portate. In questo caso, non resta altro da fare che ripassare nel forno le portate prima di servirle in tavola, abolendo l’onerosa fase di preparazione delle portate stesse, riducendo notevolmente il numero delle stoviglie da lavare. Quest’ultima alternativa rappresenta il compromesso più ragionevole tra il cenone fai da te e il catering a domicilio.”

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)