Il nuovo modo di leggere Napoli

Costretta a scendere dal bus perché senza biglietto: studentessa 21enne muore congelata

di / 1 Commento / 1529 Visite / 29 gennaio, 2019

4261246_22Una studentessa di medicina è morta dopo essere stata costretta a scendere da un autobus perché sprovvista di biglietto, nonostante le rigide temperature esterne: -20 gradi.

E’ morta così Iryna Dvoretska, 21 anni, mentre stava andando a trovare sua madre malata in un ospedale di Olevsk, nel nord dell’Ucraina. Il conducente dell’autobus, Oleg Zhelinskiy, l’ha fatta scendere. Erano le 4 del mattino e Iryna non era riuscita a trovare il biglietto dell’autobus e così era salita ugualmente, tuttavia, il conducente non si è lasciato impietosire, non ha voluto sentire scuse e l’ha fatta scendere.

Da una prima ricostruzione si pensa che la ragazza si sia incamminata lungo la strada di campagna buia e abbia tentato di prendere una scorciatoia attraverso un grande parco. La giovane molto probabilmente si è persa e alla fine è inciampata in una fossa dove è praticamente rimasta tramortita per ore ed è morta assiderata. Suo padre, che è un ranger, ha scoperto il corpo congelato della figlia dopo due giorni di ricerche senza sosta.

«Era distesa in mezzo alla neve, gli occhi aperti e impauriti. Non potrò mai farmene una ragione», ha detto sconvolto l’uomo. Mentre la sorella di Iryna, Natalia, ha raccontato: «Nostra madre aveva la polmonite e le sue condizioni stavano peggiorando. Iryna voleva prendere il primo autobus per Olevsk, andava di fretta e ha dimenticato persino la borsa a casa». «L’autista l’ha costretta a scendere dall’autobus ed è andato via lasciandola da sola nel freddo gelido e lontano dalle abitazioni – ha detto disperata la zia Nadiya Typchuk – Iryna è stata trovata in una fossa da suo padre. I suoi occhi erano spalancati. C’era solo paura nel suo sguardo».

La portavoce della polizia, ha spiegato che è stato avviato un procedimento penale nei confronti dell’autista. Secondo l’autopsia, la morte è stata causata dall’ipotermia. Diversi i testimoni ascoltati dagli investigatori per ricostruire la vicenda. Zhelinskiy rischia fino a cinque anni di carcere se dichiarato colpevole. Iryna, era una studentessa modello, frequentava il quarto anno al Novograd-Volynsky Medical College. Amici e compagni di college la ricordano come una ragazza allegra e socievole e ne piangono la scomparsa increduli ed addolorati.

Un Commento

  1. Come minimo carcere a vita se e colpevole .poteva fargli pagare il biglietto sul autobus

    Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)