Il nuovo modo di leggere Napoli

Enologia, a Napoli il primo congresso internazionale della Scuola europea sommelier

di / 0 Commenti / 39 Visite / 28 marzo, 2019

corso-per-sommelier-sondrio-1200x545_c Da venerdì 29 a domenica 31 marzo, nell’hotel Palazzo Esedra della Mostra d’Oltremare si terrà il primo congresso internazionale della Scuola europea sommelier (Ses).

Con la partecipazione delle delegazioni di Germania, Spagna, Bulgaria, Cina e Regno Unito, questa “tre giorni” ha un programma di attività dedicato ai soci della Ses e agli amanti del vino, tra visite in cantina ed escursioni, banchi di assaggio e workshops condotti da tecnici e personalità del settore.

La direzione organizzativa è di Marcella De Giacomo. Nel comitato scientifico Sergio Acampora, Graziano Barbato, Francesca Castellano, Stefano Continisio, Edoardo Cosentino, Costantino d’Aulisio Garigliota e Antonio De Simone.

Inaugurazione venerdì 29 marzo, alle 18, con i saluti e la relazione di apertura di Francesco Continisio, presidente di Ses Italia. Seguirà una tavola rotonda sul futuro della Scuola europea sommelier nel mondo, con gli interventi dei presidenti Umberto Galli Zugaro, Julio Cayuela Tormo, Maurizio Ferreri e Jihong Yin, rispettivamente in rappresentanza di Germania, Spagna, Bulgaria e Cina. Alle 19:30 il via ai banchi di assaggio dei consorzi di tutela vini d’Irpinia, Sannio dop, vini Salerno, Campi Flegrei – Ischia – Capri e Asprinio d’Aversa – Galluccio – Falerno del Massico.

Sabato 30 marzo, alle 18, dibattito sulla vitivinicoltura, moderato da Raffaele Pagano, produttore dell’azienda agricola Joaquin, con gli interventi degli enologi Antonio Di Gruttola e Arturo Erbaggio e di Carlo Triarico, presidente dell’Associazione per l’agricoltura biodinamica. Alle 20:30 la chiusura dei lavori congressuali con una cena di gala.

Sono anche programmate visite nelle vigne di san Martino, il chiostro di santa Chiara, i Campi flegrei e Pompei.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)