Il nuovo modo di leggere Napoli

Quanto guadagno i casinò nel mondo?

di / 0 Commenti / 310 Visite / 12 aprile, 2019

 

casino Quanto guadagnano i casinò nel mondo?

I casinò appaiono come luoghi dove il denaro viene vinto o perso e dove si può diventare ricchissimi o perdere tutto. Ma i proprietari di casinò, le aziende e i bookmaker quanto guadagnano dal gioco d’azzardo? Gli introiti sono davvero molto alti e, molto spesso, i proprietari dei casinò si arricchiscono molto di più. A volte, però, può capitare il contrario e il casinò può chiedere per bancarotta come, nel caso, del Casinò di Campione d’Italia.

Vediamo, ora, quali sono gli introiti dei maggiori casinò del mondo, i maggiori guadagni vengono dai super casinò cinesi di Macau, quelli americani ed inglesi.

Il profitto del betting a Macau

L’ex – colonia portoghese vanta uno dei più grandi mercati di gioco d’azzardo del mondo. Anche se formalmente indipendente dalla Cina, Macau resta sotto l’influenza del super – Paese asiatico che impone le proprie tasse anche sul gioco d’azzardo. La piccola provincia cinese, negli ultimi anni, è stata trasformata in un unico grande casinò. Il Macau Gaming Inspection and Coordination Bureau è l’ente che gestisce il gambling del Paese orientale e fornisce anche supporto per l’organizzazione di piani economici per la città.

Ci sono 38 casinò a Macau, con basi di importanti bookmaker internazionali e con ricavi davvero da capogiro. Ma tuttavia in calo. Nel gennaio 2016, i bookmaker di Macau hanno fatturato 18.674 milioni di patache di Macau (circa 2 milioni di euro) mentre, nell’aprile dello stesso anno, l’importo scende a 17.441 milioni. Il flusso di denaro da Macau alla Cina sta mettendo molti casinò in difficoltà anche se, ultimamente, la liberalizzazione dell’economia comunista cinese sta dando segnali di ripresa. Il rischio è che molti casinò spostino la loro sede in Paesi più fiorenti come le Filippine o Singapore.

Il Nevada: il cuore pulsante delle scommesse americane

Assieme a Macau, un altro Paese che guadagna moltissimo dal gioco d’azzardo è l’America. Il cuore pulsante del mercato dei casinò in America è il Nevada ma molti Paesi degli Stati Uniti vietano il gioco d’azzardo online, materiale o entrambi. Altri Stati, invece, permettono addirittura la gestione di casinò a privati.

Nel 2013 il Nevada, il Delaware ed il New Jersey sono stati i primi Stati a legalizzare il gioco online per la prima volta. Il Nevada permette anche la gestione di siti di poker online, Delaware e New Jersey hanno concesso anche la gestione di siti online di giochi d’azzardo. I ricavi dal gioco d’azzardo sono in continuo aumento secondo l’osservatorio americano sul gioco d’azzardo. Dal 2006 i casinò sono passati dal guadagnare 35 milioni e mezzo di dollari a raggiungere quota 40 milioni del 2015 con guadagni sempre in positivo.

Il Nevada comanda con 11 milioni di dollari il profitto del betting americano ma non è sempre stato così fiorente il mercato delle scommesse. Molti casinò hanno visto il proprio guadagno abbassarsi del 50% con una lenta ripresa nel 2009.

I casinò, soprattutto quelli online, utilizzano diversi escamotage per attirare nuovi sottoscrittori, e quindi per ottenere nuovi ricavi; tra questi abbiamo i codici bonus casino. Ti ricordiamo però di rivolgerti unicamente a portali di gioco che abbiano la licenza AAMS

I casinò appaiono come luoghi dove il denaro viene vinto o perso e dove si può diventare ricchissimi o perdere tutto. Ma i proprietari di casinò, le aziende e i bookmaker quanto guadagnano dal gioco d’azzardo? Gli introiti sono davvero molto alti e, molto spesso, i proprietari dei casinò si arricchiscono molto di più. A volte, però, può capitare il contrario e il casinò può chiedere per bancarotta come, nel caso, del Casinò di Campione d’Italia.

Vediamo, ora, quali sono gli introiti dei maggiori casinò del mondo, i maggiori guadagni vengono dai super casinò cinesi di Macau, quelli americani ed inglesi.

Il profitto del betting a Macau

L’ex – colonia portoghese vanta uno dei più grandi mercati di gioco d’azzardo del mondo. Anche se formalmente indipendente dalla Cina, Macau resta sotto l’influenza del super – Paese asiatico che impone le proprie tasse anche sul gioco d’azzardo. La piccola provincia cinese, negli ultimi anni, è stata trasformata in un unico grande casinò. Il Macau Gaming Inspection and Coordination Bureau è l’ente che gestisce il gambling del Paese orientale e fornisce anche supporto per l’organizzazione di piani economici per la città.

Ci sono 38 casinò a Macau, con basi di importanti bookmaker internazionali e con ricavi davvero da capogiro. Ma tuttavia in calo. Nel gennaio 2016, i bookmaker di Macau hanno fatturato 18.674 milioni di patache di Macau (circa 2 milioni di euro) mentre, nell’aprile dello stesso anno, l’importo scende a 17.441 milioni. Il flusso di denaro da Macau alla Cina sta mettendo molti casinò in difficoltà anche se, ultimamente, la liberalizzazione dell’economia comunista cinese sta dando segnali di ripresa. Il rischio è che molti casinò spostino la loro sede in Paesi più fiorenti come le Filippine o Singapore.

Il Nevada: il cuore pulsante delle scommesse americane

Assieme a Macau, un altro Paese che guadagna moltissimo dal gioco d’azzardo è l’America. Il cuore pulsante del mercato dei casinò in America è il Nevada ma molti Paesi degli Stati Uniti vietano il gioco d’azzardo online, materiale o entrambi. Altri Stati, invece, permettono addirittura la gestione di casinò a privati.

Nel 2013 il Nevada, il Delaware ed il New Jersey sono stati i primi Stati a legalizzare il gioco online per la prima volta. Il Nevada permette anche la gestione di siti di poker online, Delaware e New Jersey hanno concesso anche la gestione di siti online di giochi d’azzardo. I ricavi dal gioco d’azzardo sono in continuo aumento secondo l’osservatorio americano sul gioco d’azzardo. Dal 2006 i casinò sono passati dal guadagnare 35 milioni e mezzo di dollari a raggiungere quota 40 milioni del 2015 con guadagni sempre in positivo.

Il Nevada comanda con 11 milioni di dollari il profitto del betting americano ma non è sempre stato così fiorente il mercato delle scommesse. Molti casinò hanno visto il proprio guadagno abbassarsi del 50% con una lenta ripresa nel 2009.

I casinò, soprattutto quelli online, utilizzano diversi escamotage per attirare nuovi sottoscrittori, e quindi per ottenere nuovi ricavi; tra questi abbiamo i codici bonus casino. Ti ricordiamo però di rivolgerti unicamente a portali di gioco che abbiano la licenza AAMS

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)