Il nuovo modo di leggere Napoli

Sabato 18 e domenica 19 Maggio al museo di Capodimonte: “Buongiorno ceramica 2019”

di / 0 Commenti / 98 Visite / 15 maggio, 2019

bcg-19_slider Il Museo e Real Bosco di Capodimonte partecipa anche quest’anno alla manifestazione nazionale “Buongiorno ceramica” organizzata in collraborazione con il Polo museale della Campania e il Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina, l’Istituto ad indirizzo raro G. Caselli- De Sanctis–Real fabbrica di Capodimonte e il Comune di Napoli, con il patrocinio dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania e in collaborazione con le associazioni Amici di Capodimonte onlus, Pandora Artiste-Ceramiste organizzatrice del Matres Festival, Gres.Po, Città della Ceramica, il gruppo europeo AeuCC e la tv Unica Channel.

Due gli appuntamenti in programma nel weekend:

SABATO 18 MAGGIO ore 10.30

Museo e Real Bosco di Capodimonte

Depositi a Capodimonte. Storie di porcellane e maioliche ancora da scrivere

visita guidata a cura di Maria Rosaria Sansone

 

Nella mostra Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere aperta a dicembre 2018 – e prorogata fino al 30 settembre 2019 – nella quale un’intera sala è dedicata alle arti decorative, è stata prestata grande attenzione alle raccolte ceramiche. Dell’enorme nucleo di circa 7000 porcellane e biscuits solo una piccola parte è generalmente esposta nelle sale museali. Sulle scaffalature ad “uso deposito” trovano oggi spazio vasi, piatti, tazze, sculture in biscuit che testimoniano la varietà e la ricchezza di quanto custodito nei depositi. I servizi da tavola ad uso della corte, le suppellettili di lusso e di rappresentanza, e con essi gli scarti della fabbrica di Capodimonte, oggetti rotti o deformati ritrovati negli antichi pozzi della manifattura, sono esposti con pari attenzione per mostrare l’estrema diversificazione del materiale custodito e studiato in un museo.

DOMENICA 19 MAGGIO ore 17.00

Museo e Real Bosco di Capodimonte

L’amore per la bellezza. Maioliche e porcellane

donate da Mario De Ciccio al Museo di Capodimonte

visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini

Da dicembre 2018 è nuovamente visitabile la collezione di Mario De Ciccio, donata al Museo di Capodimonte nel 1958. Composta di oltre 1300 pezzi tra vetri, bronzi, tessuti, dipinti, avori, la raccolta comprende però prevalentemente maioliche e porcellane. “Le maioliche di Manises” decorate con lustri metallici, quelle rinascimentali di Faenza, Deruta e Urbino, ma anche le splendide porcellane, come le statuine con i venditori ambulanti di Capodimonte, le panchine di Napoli, le scene galanti di Meissen sono tutti oggetti che non erano presenti nelle raccolte storiche borboniche e ne costituiscono una fondamentale integrazione.

Gli altri incontri e le mostre di “Buongiorno Ceramica” sono al Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina, l’Istituto ad indirizzo raro G. Caselli de Sanctis–Real fabbrica di Capodimonte. Ecco i loro programmi:

17-20 MAGGIO 2019, ore 11.00-13.00 e 15.00-18.00

Parco della Villa Floridiana

Open lab – Laboratori di ceramica per bambini e adulti

Incontri a cura dell’Associazione Pandora Artiste-Ceramiste: i visitatori potranno creare e cimentarsi nella lavorazione della ceramica ispirandosi alle opere e alle storie del Museo e portandosi via i manufatti realizzati.

 

18-27 MAGGIO 2019 ore 8.30-17.00

Museo Nazionale della ceramica Duca di Martina

Matres Week in Floridiana

Mostra di ceramiche artistiche

 

Realizzata in collaborazione con il Polo museale della Campania, diretto da Anna Imponente, con il coordinamento scientifico di Luisa Ambrosio, direttore del Museo Duca di Martina, promossa dall’Associazione Pandora Artiste-Ceramiste, con il patrocinio dell’Associazione Italiana Città della Ceramica e del gruppo europeo AEuCC. Con questo evento si intende consolidare e promuovere l’universo femminile attraverso l’arte, esprimendo e raccontando con opere tradizionali e innovative espressioni tecniche e artistiche nel campo dell’arte ceramica e dare continuità al “Progetto Ceramica Donna”. Inaugurazione venerdi 17 maggio alle ore 11.00.

 

SABATO 18 MAGGIO ore 10.30

ore 16.00

Istituto ad indirizzo raro Caselli de Sanctis – Real Fabbrica di Capodimonte

Nuovi scenari per il presepe napoletano. Dal ‘700 alla contemporaneità

Tavola rotonda con Valter Luca de Bartolomeis, Sylvain Bellenger, Jimmie Durham, Paolo Jorio, Carmine Romano e Andrea Viliani

ore 17.30

Sala Mudi – Museo didattico della Porcellana (Istituto ad indirizzo raro Caselli de Sanctis)

Il presepe liberato

Mostra della nuova collezione prodotta dal Caselli. Real Fabbrica di Capodimonte

e ideata da Valter Luca De Bartolomeis

La collezione reinterpreta l’iconografia del presepe strorico napoletano decontestualizzando alcuni elementi che, liberati dalla scenografia e dall’allestimento tradizionale, diventano oggetti d’uso, decorazioni, vasi, centrotavola, gioielli. All’interno della collezione è presente anche una edizione limitata di vasi decorati a mano dagli allievi dell’Istituto Caselli de Sanctis.

 

DOMENICA 19 MAGGIO ore 10.30

Istituto ad indirizzo raro Caselli de Sanctis – Real Fabbrica di Capodimonte

Apertura del forno civico contenente le produzioni delle aziende del territorio, porcellane Attanasio e Carusio, le produzioni dagli allievi del Caselli de Sanctis e oggetti delle nuove collezioni della Real Fabbrica di Capodimonte.

ore 11.30

Istituto ad indirizzo raro Caselli de Sanctis – Real Fabbrica di Capodimonte

Premiazione del manufatto dell’allievo Giuseppe Speranza dell’Istituto Caselli de Sanctis, vincitore della borsa di studio “Craft & Design” offerta dall’azienda Caselli – Real Fabbrica di Capodimonte e selezionato al premio Amici della Real Fabbrica di Capodimonte 2019 per un prodotto innovativo in porcellana ispirato a pietanze della storica cucina napoletana. Seguirà una performance dal vivo dei maestri e degli allievi dell’istituto.

 

LUNEDÌ 20 MAGGIO 2019 ore 10.00-17.00

Museo Nazionale della ceramica Duca di Martina e Parco della Floridiana

Visioni ‘riabilitate’ in Floridiana

visita guidata a cura di Luisa Ambrosio con laboratori

 

Dopo una breve visita alle collezioni delle ceramiche antiche, a cura del direttore del Museo, Luisa Ambrosio, attraverso un percorso specifico per gli ipovedenti, i visitatori parteciperanno alle attività laboratoriali a loro dedicate.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)