Il nuovo modo di leggere Napoli

Parte da Napoli l’edizione 2019 di “cockt-Ail, il contest della mixology per la ricerca

di / 0 Commenti / 16 Visite / 4 giugno, 2019

image003 Parte da Napoli il prossimo 5 giugno dal famoso Gran Caffè Gambrinus l’edizione 2019 di Cockt-AIL 2019.

Qui l’imperatrice d’Austria Sissi gustò un indimenticabile gelato alla violetta, mentre Gabriele D’Annunzio scrisse i versi della celebre canzone “A ‘vucchella”. Salotto letterario e galleria d’arte, ha ospitato nelle sue sale mostri sacri come Benedetto Croce, Ernest Hemingway, Jean Paul Sartre e Matilde Serao, che fondò ai suoi tavoli il quotidiano “Il Mattino”. Simbolo partenopeo, quasi come il babà, non c’è un solo viaggiatore – compresi i presidenti della Repubblica Italiana, da Enrico De Nicola a Sergio Mattarella a sua Santità Papa Francesco – che arrivato a Napoli rinunci ad una sosta al Gran Caffè Gambrinus.

Ed è proprio in questo angolo storico della città, affacciato su Piazza del Plebiscito, che il 5 giugno alle 14:30 parte il “Giro d’Italia” benefico del bere, Cockt-AIL Tour 20194a Edizione del Concorso ideato nel 2015 da Nicola Fabbri, Amministratore di Fabbri 1905.

Il contest, sostenuto da Aibes (Associazione italiana barmen e sostenitori) con le sue 20 sezioni e circa 3000 soci, vede sfidarsi a colpi di shaker barman e barladies da tutta Italia, in una gara di solidarietàil traguardo del “Giro” è infatti raccogliere fondi per AIL – Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma. Durante le tappe del tour i drink della Cockt-AIL Competition e quelli preparati dai guest Bartenders sono battuti all’asta e il ricavato viene devoluto alle Sezioni AIL presenti.

Oltre a raccogliere fondi, le tappe hanno permesso di sensibilizzare il pubblico giovane sull’incidenza dei tumori del sangue e dei linfomi che colpiscono soprattutto questa fascia d’età e portano alla luce l’opera di AIL nel supportare l’assistenza alle persone colpite da questa patologia e l’impegno nella ricerca scientifica.

La particolare sensibilità nei confronti del pubblico giovanile ha portato nel 2017 ad allargare la gara agli allievi delle scuole alberghiere, con la categoria Cockt-AIL Junior.

L’edizione 2019 di Cockt-AIL ha un sapore particolare: cade infatti nel cinquantesimo anniversario della fondazione di AIL, che coincide con il settantesimo di Aibes.

Dopo Napoli, saranno 5 le tappe del Tour del bere benefico, compresa la tradizionale “super tappa” di Rimini:Bologna (FICO), Bari, La Maddalena, Rosignano Solvay/Castiglioncello, Rimini. I vincitori delle singole gare, dei premi speciali istituiti dalle aziende e i creatori delle ricette più votate sulla pagina FB di Cockt-AIL, si sfideranno per la finalissima nazionale di Roma, in programma dal 2 al 5 dicembre presso il Crown Plaza St.Peter’s Rome, in concomitanza con il Nazionale Aibes.

Tema dell’edizione 2019, il Food Pairing, ossia il perfetto abbinamento tra cocktail e cibo, in un’ottica di rafforzare il rapporto tra barman e chef.

Madrina di questa quarta edizione, Giuditta Arecco, storica voce di RDS.

I cocktail ideati dai barman e dalle barladies protagoniste di Cockt-AIL hanno permesso di raccogliere

26 mila euro di fondi per la ricerca contro le leucemie, i linfomi e il mieloma.

Dall’edizione di esordio del 2016, sono cresciute costantemente le adesioni dei professionisti del mixology, le ricette proposte e il seguito degli appassionati.

  • 26 mila euro raccolti
  • 7500 circa like su Facebook
  • 17 tappe cittadine + tappe regionali
  • 700 e oltre ricette di cocktail pervenute

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)