Il nuovo modo di leggere Napoli

Giovedì 11 luglio al museo di Capodimonte: finissage della mostra “Caravaggio a Napoli” e “I Giovedì di Caravaggio”

di / 0 Commenti / 388 Visite / 10 luglio, 2019

caravaggio-napoli_r_ph-fsqueglia_4601Ultimi giorni per visitare la mostra Caravaggio Napoli a cura di Sylvain Bellenger e Maria Cristina Terzaghi al Museo e Real Bosco di Capodimonte che espone 5 tele di Caravaggio e 22 dipinti dei cosiddetti “caravaggeschi”, gli artisti che subirono in maniera rivoluzionaria l’influenza del maestro lombardo, nei diciotto mesi che egli trascorse a Napoli tra il 1606 e il 1610. La mostra promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dal Pio Monte della Misericordia, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa è stata visitata da oltre 75.000 visitatori in 88 giorni (turisti italiani, stranieri ma anche cittadini) e si avvicina al traguardo degli 80.000 entro domenica 14 luglio 2019.

Giovedì 11 Luglio finissage con un doppio appuntamento:

Alle ore 18.00, Auditorium il professor Riccardo Lattuada, docente di Storia dell’Arte dell’età moderna all’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’, critico d’arte e giornalista, affronterà il tema Il giovane Massimo Stanzione tra caravaggismo e nuovi linguaggi figurativi per il ciclo I Giovedì di Caravaggio-Quesiti caravaggeschi a Napoli (*appuntamento inizialmente previsto per il 27 giugno, poi annullato per impedimento del relatore).

Massimo Stanzione, nato ad Orta di Atella nel 1585 e morto a Napoli nel 1656, è in genere noto con il soprannome di ‘Guido partenopeo’ per l’influsso di Guido Reni e della sua pittura bolognese, tipico della sua fase matura, ma anche Stanzione ha avuto una fase caravaggesca, poco nota e tutt’ora di interpretazione problematica. La conferenza cercherà di approfondire il tema della produzione giovanile di Stanzione, in cui il Caravaggismo giocò un ruolo decisivo ma non equivoco.

Alle ore 21.00 nel Cortile Monumentale si terrà una serata speciale con la proiezione del documentario Caravaggio per la regia di Umberto Barbaro e sceneggiato da Roberto Longhi nel 1948. Ad introdurre il film, privo di sonoro, saranno i curatori della mostra Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger e il critico cinematografico Alessandro Uccelli.

La sceneggiatura sarà letta dal vivo dall’attore Geremia Longobardo. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Negli ultimi quattro giorni, da giovedì 11 a domenica 14 luglio 2019, a partire dalle ore 19.30 apertura straordinaria serale del Museo fino alle ore 22.30 (le biglietterie chiudono alle ore 21.30) con ingresso scontato al Museo e Real Bosco di Capodimonte (biglietto: 1 euro) e alla mostra Caravaggio Napoli (biglietto: 8 euro). Con il biglietto serale della mostra Caravaggio Napoli si potrà gustare a soli 3 euro il cocktail “Rosso Caravaggio” creato per l’occasione dal Capodimonte Cafè.

Inoltre presso i bookshop del Museo, il catalogo Caravaggio Napoli, pubblicato da Electa sarà disponibile con il 15% di sconto.

Domenica 14 luglio, ingresso al museo gratuito per l’iniziativa ministeriale #iovadoalmuseo, mentre il biglietto della mostra Caravaggio Napoli sarà 8 euro per l’intera giornata (dalle ore 8.30 alle ore 22.30).

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)